Il percorso dall’idea all’apertura di un hotel

La collaborazione nella pianificazione e nella realizzazione di incarichi relativi al campo dell’edilizia rappresenta una priorità tanto per lvh.apa quanto per HGV. Per questa ragione le due associazioni hanno dato vita congiuntamente alla manifestazione informativa “Il percorso dall’idea all’apertura di un hotel”.

(da sinistra): Klaus Schmidt, Klaus Kostner, Thomas Walch, Zoia Reiterer, Martin Haller e Helmut Tauber.Dall’idea alla pianificazione ed alla realizzazione di strutture alberghiere. È stato questo l’argomento principale in occasione della serata informativa promossa di concerto dall’Associazione degli Albergatori HGV e da lvh.apa Confartigianato Imprese.

Il comparto per la consulenza aziendale di HGV ha colto l’occasione per presentare il percorso che va dal concetto di hotel fino al finanziamento. Nello specifico è stata posta particolare attenzione sul budget disponibile per la costruzione. Al contempo gli esperti hanno presentato l’approccio utilizzato dal settore che si occupa del management delle costruzioni e che va dalla preparazione del budget fino alla fatturazione, passando attraverso la gara d’appalto, l’aggiudicazione e la fase di costruzione.

“Una buona collaborazione con l’HGV è molto importante – ha evidenziato il presidente di lvh.apa Martin Haller nel corso della serata -. In particolare per le aziende è significativa la definizione del prezzo e la collaborazione con i tecnici.” Concorde il vice presidente HGV Thomas Walch, il quale ha evidenziato come l’HGV metta a disposizione svariati servizi per le aziende, puntando molto sulla collaborazione con le ditte artigiane locali.
Nel corso della manifestazione, Klaus Schmidt del comparto per la consulenza alle aziende di HGV ha approfondito il percorso che porta dall’idea all’apertura di un hotel. Nello specifico l’esperto ha analizzato i compiti e gli obiettivi del proprio settore. “L’HGV sostiene gli associati partendo dallo sviluppo di un progetto di costruzione fino alla pianificazione – ha spiegato Schmidt -. Ci occupiamo anche di elaborare dei piani di finanziamento e di ricercare crediti.”
Klaus Kostner, a sua volta esperto del comparto per la consulenza alle aziende di HGV, ha viceversa spiegato la pianificazione e la realizzazione dell’incarico edile. Nella sua relazione il tecnico ha sottolineato l’importanza del management delle costruzioni, di una corretta stima dell’investimento e degli obiettivi di pagamento. “È importante che i costruttori e gli operatori economici prendano parte alle discussioni sulla costruzione – ha ricordato Kostner.
Nel corso della serata informativa sono stati anche spiegati nel dettaglio i servizi del centro di competenza Edilizia e Installazione di lvh.apa Confartigianato Imprese. A chiarirli è stata l’esperta Desiree Schmidt: “Mettiamo a disposizione numerosi servizi per la concretizzazione di incarichi nel campo delle costruzioni. La nostra offerta parte dalla consulenza, prosegue con la messa a disposizione di progetti e contratti ed arriva ad un supporto pratico in tutte le comunicazioni relative alle costruzioni ed alle installazioni.”

L’attesa manifestazione si è conclusa con una tavola rotonda sul locale listino prezzi indicativi. I prezzi in oggetto dovrebbero venire utilizzati, in quanto prezzi uniformi per tutti gli incarichi sono sinonimo di un’adeguata stima dei costi. La volontà di lvh.apa è quella di collaborare con HGV per definire una posizione comune in tal senso.

Turismo: il motore economico dell’artigianato edile

Lo sviluppo positivo del turismo altoatesino rappresenta un vantaggio anche per l’artigianato edile. Grazie a numerosi lavori di costruzione e ristrutturazione nel settore alberghiero e della gastronomia è infatti possibile garantire svariati posti di lavoro nell’artigianato e nel campo dei prestatori di servizi, sostenendo in tal modo l’economia locale.

Anche per questo motivo i vertici di lvh.apa non condividono la critica relativa all’eccessiva crescita delle infrastrutture alberghiere: “Quello che viene dimenticato a tal proposito è che attraverso numerosi lavori relativi al turismo vengono creati ulteriori lavori in altri settori, come ad esempio l’edilizia, il campo delle manutenzioni, il commercio o l’agricoltura – ha ricordato il presidente di lvh.apa Martin Haller.

Parlando concretamente: il volume d’investimenti annuali nella gastronomia e nell’hotellerie si attesta sui 600-700 milioni di Euro. Il 70% di questo ammontare viene riversato direttamente nell’artigianato delle costruzioni in forma di costi dell’edilizia, mentre il 15% viene investito nel settore dell’arredamento.

"Facendo i conti, in totale l’85% del volume degli investimenti crea un plusvalore per l’artigianato – ha concluso Haller -. Quest’ultimo si riflette positivamente sul valore aggiunto creato a livello locale, favorendo la conservazione dei circuiti economici e la formazione dei giovani, nonché garantendo posti di lavoro nella nostra provincia. Lo sviluppo positivo del turismo altoatesino costituisce di conseguenza un importante motore economico, in grado di influenzare positivamente svariati comparti.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.