Presentati i mestieri da sogno nell’artigianato e nel settore alberghiero

L’artigianato ed il settore alberghiero offrono numerose opportunità di lavoro appassionanti. Nell’ambito della campagna informativa sui mestieri, i Giovani Artigiani lvh.apa ed i Giovani Albergatori HGJ hanno incontrato gli studenti delle scuole medie altoatesine per parlare delle professioni pratiche nei rispettivi settori di competenza. Di recente i rappresentanti delle due associazioni sono stati ospiti a Termeno.

Markus Conci parla della propria vita lavorativa quotidiana. “Ben 37 anni or sono anche io sedevo dove vi trovate voi oggi – ha esordito il presidente comunale lvh.apa di Termeno Markus Conci (ditta Fine Line). L’artigiano si è ritagliato il tempo adeguato per visitare la scuola media del paese e per raccontare agli studenti la sua esperienza e la sua attività professionale. Un intervento che gli ha permesso di descrivere nel dettaglio il variegato campo di attività di un falegname. Successivamente la collaboratrice lvh.apa Elisabeth Mahlknecht ha saputo impressionare i presenti grazie alla proiezione del video sui campionati mondiali dei mestieri Worldskills di Abu Dhabi. Nell’occasione 22 giovani talenti altoatesini hanno saputo fare valere tutte le proprie capacità, portando a casa cinque medaglie ed il sesto posto complessivo nella classifica per Nazioni.

La coordinatrice HGJ Hannah Tauber ha presentato dal canto suo le numerose chance formative e lavorative esistenti nel settore alberghiero. Attraverso una presentazione in PowerPoint e quattro brevi filmati la rappresentante di HGJ ha descritto in particolare il mestiere del cuoco, del cameriere, della receptionist e del manager di hotel, parlando anche dei requisiti e delle opportunità formative. “Nel settore alberghiero le professioni sono molto varie e vengono caratterizzate in particolare dal concetto di internazionalità – ha affermato la Tauber -. Si imparano a conoscere numerose persone interessanti, provenienti da ogni parte del mondo, e si hanno ottime opportunità di lavorare all’estero.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.