Tecnici manutenzione articoli sportivi: un eccesso di regolamentazione ha davvero senso?

Attualmente il Consiglio Provinciale sta discutendo in merito ad una legge sullo slittino, richiesta dal Team Köllensberger. La sezione di mestiere dei Tecnici manutenzione articoli sportivi di lvh.apa sta operando da anni un lavoro di sensibilizzazione atto a garantire la sicurezza sulle piste ed un equipaggiamento sicuro. Abbiamo chiesto al presidente Roberto Moling se ritiene condivisibile una simile normativa.

Roberto Moling, presidente della sezione di mestiere Tecnici manutenzione articoli sportivi di lvh.apa. “Come sezione di mestiere ci stiamo impegnando da ormai oltre 10 anni per piste sicure ed attrezzature sportive adeguatamente testate – ha ricordato il presidente dei Tecnici manutenzione articoli sportivi di lvh.apa Roberto Moling in riferimento all’attuale discussione su una legge per lo slittino in Alto Adige -. Regolamentare attraverso norme le attività che si svolgono nel tempo libero può portare a delle conseguenze che vanno ragionate a dovere.”
In particolare il consiglio dell’esperto è quello di effettuare una valutazione generale e di studiare possibili alternative prima di promulgare una nuova legge. “In base alla nostra esperienza, possiamo affermare che non sempre le leggi risolvono i problemi – ha aggiunto Moling -. L’aspetto più significativo è quello di una sensibilizzazione costante. Noi siamo in contatto diretto con i clienti e possiamo consigliarli in maniera adeguata. Credo che quest’ultima sia una misura molto più concreta e diretta rispetto ad una legge magari difficile da rispettare e comunque non controllabile.”
Al contempo bisogna ricordare che creare una legge ad hoc per una disciplina potrebbe portare come conseguenza il fatto di doverne approvare altre per ulteriori tipologie di sport. Il risultato? Dopo una legge per lo slittino, potrebbero arrivare quelle per lo sci, per il nuoto e così via. “Non sono sicuro che sia la soluzione più sensata – ha commentato Moling.
Per la stagione invernale 2018/19 i Tecnici manutenzione articoli sportivi hanno attivato di concerto con la Provincia una campagna per la sicurezza all’insegna del motto “La sicurezza ha priorità”. “L’obiettivo di quest’ultima non è unicamente quello di appellarsi al senso di responsabilità degli sportivi, bensì anche quello di utilizzare materiali e strumenti testati a dovere dagli esperti del settore – ha concluso l’artigiano.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.