Gli Installatori termosanitari vicini ad una nuova denominazione

La valorizzazione del quadro professionale, il miglioramento della formazione di base e la mancanza di forza lavoro qualificata: sono state queste le tematiche affrontate di recente in occasione dell’assemblea annuale degli Installatori termosanitari lvh.apa. Nel corso dell’appuntamento si sono tenute anche le elezioni.

La consulta di mestiere degli Installatori termosanitari con il nuovo presidente Harald Kraler (al centro)Il Parco Tecnologico NOI ha ospitato di recente l’assemblea annuale degli Installatori termosanitari lvh.apa. Tra i principali obiettivi, quello di modificare la denominazione della professione in “Tecnici sanitari, per il riscaldamento e per la ventilazione controllata”: di fatto una definizione in grado di rispecchiare le variegate attività con cui gli installatori devono confrontarsi giornalmente, in un mestiere sempre più influenzato dalla tecnologia e dall’elettronica. Uno sviluppo adeguatamente riassunto dal termine “tecnici”.
Nel corso della serata il presidente uscente Reinhard Ambach ha parlato dell’attività svolta dalla sezione di mestiere negli ultimi 15 anni. Oltre a ricordare i numerosi confronti con politici e direttori di ripartizione, Ambach ha ribadito la rilevanza del lavoro sui giovani, cruciale per combattere la mancanza di forza lavoro. Il presidente uscente ha infine voluto ringraziare la sezione di mestiere per l’ottima collaborazione.
La successiva elezione è stata diretta dal vice presidente lvh.apa e presidente del Gruppo Installazione & Facility Martin Haller. Ad essere votato come successore di Ambach è stato Harald Kraler, mentre come componenti della sezione di mestiere sono stati scelti Theo Oberhofer, Harald Psenner, Christoph Mair, Manfred Regele, Stefan Pisetta, Elmar Trojer, Markus Rabensteiner, Andreas Untergassmair, Johannes Ambach e Patrick Kienzl.
Il nuovo presidente ha lanciato immediatamente un appello ai propri colleghi, invitandoli ad operare insieme per tutelare al meglio gli interessi della sezione di mestiere e per ottenere una maggiore considerazione all’interno della società. Kraler ha inoltre evidenziato l’importanza di un buon quadro professionale per formare una forza lavoro qualificata e per appassionare i giovani verso la professione. Anche per questa ragione uno degli aspetti chiave nella prossima legislatura sarà il lavoro sull’immagine della categoria.

 

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.