Una tutela maggiore per gli acconciatori

Al fine di preservare la sicurezza e la salute degli acconciatori altoatesini, l’Ente Bilaterale per l’artigianato ha messo a disposizione di ogni salone delle mascherine FFP2.

Un’acconciatrice al lavoro con la mascherina FFP2. - Foto: shutterstockUn’acconciatrice al lavoro con la mascherina FFP2. - Foto: shutterstockIn base alle ultime disposizioni provinciali, i proprietari ed i collaboratori dei saloni di acconciatura sono chiamati ad indossare una mascherina FFP2 durante il proprio lavoro. Quella in oggetto è del resto una categoria che nell’ambito del Covid-19 è sempre stata chiamata a confrontarsi con obblighi nuovi e rigidi in tema di sicurezza. L’Ente Bilaterale per l’artigianato (EBA) ha deciso proprio per questo motivo di garantire un sostegno significativo agli acconciatori locali, nello specifico mettendo a disposizione di ogni salone 50 mascherine. In questo modo i titolari ed i collaboratori avranno l’opportunità di continuare a svolgere il proprio lavoro nel rispetto delle più rigorose misure di sicurezza.

“Ringraziamo di cuore l’Ente Bilaterale – ha commentato la presidente del Gruppo Cura del corpo e servizi di lvh.apa Monika Lardschneider -. Ogni aiuto ed ogni sostegno sono benvenuti in questo periodo difficile.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.