L’alloggio temporaneo è una necessità aziendale

Adesso è ufficiale: le ditte possono mettere a disposizione dei propri collaboratori un alloggio temporaneo all’interno della sede aziendali. Un risultato di grande valore, raggiunto grazie all’impegno di lvh.apa, dell‘assessore provinciale Maria Magdalena Hochgruber Kuenzer e del consigliere provinciale Gert Lanz. “Stiamo parlando di una novità che rappresenta una necessità per le aziende – ha affermato il presidente di lvh.apa Martin Haller -. In questo modo esse possono reagire con flessibilità al mercato e combattere la mancanza di forza lavoro.”

Soprattutto nell‘edilizia sono numerosi gli incarichi di grandi dimensioni che necessitano tanti collaboratori. - Foto: Hannes Niederkofler. Soprattutto nell‘edilizia sono numerosi gli incarichi di grandi dimensioni che necessitano tanti collaboratori. - Foto: Hannes Niederkofler. Il Consiglio Provinciale ha dato l’ok alla proposta di legge relativa agli alloggi temporanei nella sede aziendale. “Siamo davvero felici che la nostra iniziativa, presentata alla politica insieme al consigliere provinciale Gert Lanz, sia stata approvata – ha dichiarato il presidente di lvh.apa Martin Haller -. L’obiettivo della norma è chiaro: consentire alle aziende di rispondere con rapidità e flessibilità all’evoluzione del mercato del lavoro. Ecco un semplice esempio. Qualora vi sia un incarico di grandi dimensioni, capita spesso che un’azienda sia chiamata a rivolgersi a collaboratori provenienti da altre parti della provincia. In questi casi la velocità gioca un ruolo decisivo.”

“Il nuovo regolamento permetterà di combattere la mancanza di forza lavoro in Alto Adige e fornirà agli apprendisti importanti opportunità a prescindere dal luogo in cui abitano – ha aggiunto il consigliere provinciale Gert Lanz -. È molto importante che la politica eviti di porre degli ostacoli tanto alle aziende quanto ai lavoratori. La novità sostiene le aziende nel proprio lavoro e costituisce parimenti un arricchimento per l’intera economia.”

Il successo dell’iniziativa si deve anche all’ottima collaborazione con l’assessore provinciale Maria Magdalena Hochgruber Kuenzer. Nel corso di diversi incontri con la rappresentante politica è stato possibile trattare e discutere sulle priorità e le esigenze dell’artigianato altoatesino. “Il confronto con l’assessore Kuenzer è stato molto importante – ha concluso Haller -. Le nostre richieste sono state comprese e si è fatto il massimo per soddisfarle.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.