Imprese movimento terra: progetti ambiziosi

La formazione "Master of machine" e gli appalti pubblici sono stati al centro dell'assemblea annuale promossa dalla sezione di mestiere Imprese movimento terra di lvh.apa. "La nostra volontà è assicurare un futuro migliore alla professione - ha sottolineato il presidente Michael Hofer.    

Un’istantanea dell’assemblea annuale. - Foto: lvh.apaUn’istantanea dell’assemblea annuale. - Foto: lvh.apaNel pieno rispetto delle norme igieniche e di sicurezza previste nell’ambito della lotta al Covid-19, gli artigiani del settore Imprese movimento terra hanno recentemente organizzato la propria assemblea annuale. Per la consulta di mestiere un'ottima occasione per analizzare l’attuale situazione nel settore e per approfondire tematiche di valore come gli appalti pubblici e la formazione “Master of machine”.

"La nostra volontà è continuare a sostenere gare d'appalto eque e conformi al mercato del nostro settore - ha affermato il presidente della sezione di mestiere Michael Hofer -. È molto importante che tali gare d'appalto siano accessibili per le aziende di tutte le dimensioni. A tal proposito non monitoriamo unicamente le gare nei comuni ed a livello provinciale, bensì anche quelle di Alperia e per il controllo dei torrenti.”

Nel corso dell’assemblea Hofer ha quindi ricordato i numerosi appuntamenti organizzati negli ultimi mesi. L’artigiano ha sottolineato in particolare gli incontri con la politica, con i rappresentanti dell’Area funzionale bacini montani e con altre istituzioni pubbliche: una serie di confronti promossa per rafforzare ulteriormente lo scambio d’opinioni e la cooperazione. Tra gli appuntamenti di valore più recenti, quello sulla nuova legge provinciale territorio e paesaggio con l’assessore provinciale Maria Magdalena Hochgruber Kuenzer. 

Insieme al vice direttore di lvh.apa Walter Pöhl, gli operatori economici della sezione di mestiere Imprese movimento terra hanno infine parlato di formazione. Gli artigiani del settore desiderano continuare a sostenere la formazione e la partecipazione nella commissione d'esame per il titolo di operaio artigiano qualificato. Nel proprio intervento, Hofer ha inoltre presentato il nuovo progetto "Master of machine”. L’iniziativa, avviata in collaborazione con il Collegio dei Costruttori Edili, mira in particolare a fornire un sostegno a chi intende intraprendere la formazione come operatore certificato di macchine edili, come autista certificato di veicoli a motore in cantiere e come operatore certificato per gru in cantiere. “Stiamo parlando di tre figure professionali di grande valore per il settore – ha concluso Hofer -. Figure che intendiamo valorizzare nel migliore dei modi per assicurare un futuro ancor più roseo all’intera categoria.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.