Integrazione salariale: pagamenti più rapidi attraverso il FSBA

Il Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA) ha già versato complessivamente 1,9 milioni di Euro a 4.300 lavoratori altoatesini a seguito di richieste di compensazione salariale. Dati che testimoniano in modo chiaro i vantaggi dell’Ente Bilaterale e del modello di gestione autonomo. 

Martin Haller, Presidente dell’Ente Bilaterale Artigiano. Foto: Florian Andergassen.Ormai dal 2016 gli operatori economici altoatesini (eccezion fatta per il settore edile) versano nel Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA). Il fondo è stato costituito nell’ambito dell’Ente Bilaterale Artigiano e si occupa di pagare i contributi di integrazione salariale nel caso di interruzione del lavoro. Attraverso il pagamento regolare delle aziende locali, negli ultimi quattro anni è stato possibile accumulare un capitale significativo: lo stesso con cui si stanno sostenendo i lavoratori nell’ambito della crisi Covid-19, di fatto facendolo rifluire all’interno dell’artigianato locale. “In sostanza stiamo parlando di un modello unico nel suo genere per un settore individuale, che garantisce l’opportunità di una gestione autonoma e flessibile – ha spiegato il presidente dell’Ente Bilaterale Artigiano Martin Haller.

Nel solo mese di marzo 4.300 lavoratori hanno presentato richiesta di compensazione salariale a seguito del lockdown. Il Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato ha reagito immediatamente, finanziando la gran parte delle integrazioni salariali con le proprie risorse, ovvero quelle raccolte grazie ai versamenti delle aziende. 

Il decreto Cura Italia ha previsto solo 60 milioni di Euro come adeguamenti salariali attraverso il FSBA. Per la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (modello di compensazione salariale per tutti i settori nei quali non è previsto un fondo a norma di legge o contrattuale) sono stati resi viceversa disponibili 1,2 miliardi di Euro (14 milioni per l’Alto Adige). Fino a quando lo Stato non garantirà una somma più elevata anche per il FSBA, si potranno utilizzare i mezzi disponibili del fondo e sostenere adeguatamente numerosi lavoratori.

“Nelle sole due settimane di marzo il Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato ha permesso di pagare 1,9 milioni di Euro – ha confermato Haller -. Se gli ostacoli burocratici ed i tempi tecnici per il pagamento della CIGS attraverso l’INPS si sono rivelati numerosi e di lunga durata, per mezzo dell’Ente Bilaterale è stato possibile garantire un pagamento veloce ed efficiente. Siamo molto orgogliosi che il modello di amministrazione del fondo ad opera delle parti sociali abbia saputo dimostrarsi efficiente ed ottimamente funzionante.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.