“Il miglior contributo all’economia sarebbe poter tornare a lavorare…“

Soprattutto in una situazione eccezionale come questa, il confronto diretto tra economia e politica è cruciale. Ieri sono stati oltre 400 gli associati di lvh.apa che hanno preso parte ad un meeting “Zoom” con l’assessore provinciale Philipp Achammer.

Martin Haller, Philipp Achammer e Hubert Gruber.Martin Haller, Philipp Achammer e Hubert Gruber.L’economia e la società locali stanno affrontando un periodo davvero difficile. Sono infatti al momento davvero pochi i settori che possono lavorare. Numerosi collaboratori delle aziende sono stati costretti a prendere ferie, mentre in svariati casi si è dovuti rincorrere ad un conguaglio salariale. La speranza di tutte le ditte altoatesine è quella di poter riprendere quanto prima a lavorare. “Siamo in contatto costante con i rappresentanti politici e stiamo comunicando loro le preoccupazioni e le necessità dei nostri associati, cercando di reperire insieme delle soluzioni vincenti – ha spiegato il presidente di lvh.apa Martin Haller. Proprio il presidente ha invitato ieri per la prima volta i soci a prendere parte ad un meeting “Zoom” con l’assessore provinciale Philipp Achammer. Complessivamente sono stati oltre 400 gli artigiani che hanno colto l’occasione, venendo informati personalmente dall’assessore in riferimento alle ultime misure e decisioni intraprese.

“Il Presidente del Consiglio Conte ha comunicato che le limitazioni alle uscite ed al lavoro saranno prolungate fino al lunedì di Pasquetta – ha spiegato Achammer -. Il presidente della Giunta Provinciale Arno Kompatscher ha tuttavia sottoscritto nella giornata di ieri un regolamento provinciale contenente una disposizione molto importante per le aziende. In base a quest’ultima i titolari delle ditte ed i collaboratori familiari (non i dipendenti) possono svolgere all’interno delle rispettive aziende l’attività preparatoria alla realizzazione dei propri prodotti e dei propri servizi. Non sono in ogni caso ammessi contatti con i clienti ed i fornitori. Anche noi siamo dell’idea che il miglior sostegno economico alle aziende sarebbe rappresentato dal consentire loro di tornare a lavorare ed abbiamo mosso i primi passi proprio in questa direzione.”

L’assessore Achammer ha quindi avuto modo di rispondere a numerose domande in tema di adeguamento salariale, misure economiche, iniezione di liquidità, semplificazioni fiscali ed in riferimento al previsto programma di sostegno economico. “Il nostro obiettivo principale in questa crisi è essere al fianco delle ditte artigiane locali, prendendo nota dei loro dubbi e dei loro spunti per poi inoltrarli ai rappresentanti politici – ha concluso Haller -. Passo dopo passo è necessario far ripartire il motore dell’economia locale.” L’aspetto importante sarà a breve quello di promuovere gli investimenti, rispettando rigorosamente le misure di sicurezza in ambito lavorativo. Secondo l’assessore Achammer ulteriori decisioni e disposizioni non mancheranno nei prossimi giorni, anche nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.