Sburocratizzazione: incontro con l'assessore Deeg

Dopo la visita di Martha Stocker in un'azienda dell'Alta Val d'Isarco, utile per fornire un quadro sulle problematiche esistenti in tema di controlli sulla sicurezza, anche l'assessore Waltraud Deeg ha accolto l'invito degli artigiani locali e li ha incontrati nella ditta Gröbmer. L'argomento chiave del confronto è stato quello dell'eccessivo carico burocratico: una difficoltà molto comune, che spesso mette in dubbio la sopravvivenza delle piccole e medie imprese. Attraverso una serie di esempi concreti sono stati spiegati i numerosi carichi da sopportare e sono state proposte delle possibili soluzioni.

buerokratieabbau wipptal_800L'incontro con l'assessore Deeg, organizzato dalla consulta delle Donne lvh.apa dell'Alta Val d'Isarco, aveva l'obiettivo di porre l'accento sui numerosi carichi burocratici gravanti sulle ditte artigiani e di reperire soluzioni utili in un'ottica di semplificazione. L'appuntamento si è svolto di recente nella ditta Gröbmer di Vipiteno ed è servito per descrivere l'attuale situazione: i rappresentanti della ditta padrona di casa, attiva nel settore dei congegnatori meccanici, l'imprenditore edile Klaus Gschwenter e diversi altri artigiani del circondario hanno utilizzato numerosi documenti a disposizione per mostrare gli impegni cartacei che sono costretti a fronteggiare in una semplice giornata di lavoro. Una serie di oneri che rischia spesso di mettere in secondo piano il lavoro stesso. Dal canto suo l'assessore Deeg ha ringraziato gli artigiani presenti per i propri input ed ha ricordato che numerose questioni sono collegate a normative nazionali. Proprio per questo diventa cruciale sfruttare gli spazi di manovra esistenti a livello locale. L'assessore ha spiegato che dal momento della sua nomina, avvenuta nel 2014, ha sempre cercato di riunire e semplificare i processi esistenti, ma che si tratta di un'operazione dispendiosa in termini di tempo. Nel corso dell'incontro anche Petra Holzer, presidente circondariale delle Donne lvh.apa dell'Alta Val d'Isarca, ha portato diversi esempi concreti: "Alcuni anni or sono i documenti necessari per assumere dei minori erano di due pagine – ha affermato -. Nel frattempo siamo passati a sei". Tutti i presenti hanno inoltre auspicato per il futuro una maggiore attenzione e garanzie più adeguate nei confronti delle piccole e medie imprese dell'artigianato altoatesino. Tra gli altri, all'appuntamento con l'assessore Deeg sono intervenuti anche Edith Gander, rappresentante della città di Vipiteno e trasportatrice, Stefan Gufler, sindaco di Val di Vizze, Peter Faistnauer, sindaco di Campo Trens, e la presidente delle Donne nell'Artigianato di lvh.apa Marlies Dabringer. Al termine del confronto tutti hanno voluto ringraziare gli organizzatori della ditta Gröbmer ed in particolare Maria Theresia Gröbmer per l'impeccabile ospitalità.

Gli aspetti principali emersi nell'incontro verranno riassunti dai rappresentanti di lvh.apa e, dopo una verifica sulla fattibilità, si provvederà ad agire di concerto con l'assessore Deeg e gli uffici competenti per cercare di ottenere le auspicate semplificazioni.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.