Tecnologia degli edifici: la sfida del futuro per gli installatori e gli elettrotecnici

Tematiche come il Building Information Modeling (BIM), l’isolamento acustico, la protezione antincendio e la modifica del quadro professionale hanno rappresentato gli argomenti chiave in occasione del convegno di settore andato in scena a Castel Presule.

Un’istantanea della folta platea presenteSul mercato compaiono ormai costantemente nuovi prodotti e servizi che possono venire applicati in maniera intelligente nel campo delle installazioni sugli edifici. Questo processo richiede svariate installazioni tecnologiche, ma anche la formazione di una forza lavoro adeguatamente qualificata. È proprio in riferimento a tali sfide del futuro che i due mestieri principali esistenti nel campo delle installazioni, quello degli installatori di impianti termosanitari e quello degli elettrotecnici, hanno dato vita ad un convegno congiunto. Una giornata capace di riscuotere enorme successo, come testimoniato dagli oltre 80 partecipanti accorsi a Castel Presule per scoprire le principali novità del settore.

“Il primo convegno dedicato alla tecnologia degli edifici non aveva unicamente il compito di mostrare i principali aspetti tecnologici, bensì anche l’obiettivo di rafforzare la collaborazione tra gli installatori e gli elettrotecnici – ha affermato il presidente degli Installatori di impianti termosanitari di lvh.apa Harald Kraler -. Sulla base delle nuove esigenze di mercato nel comparto dell’installazione, in futuro gli addetti ai lavori operanti nei due ambiti saranno chiamati a collaborare sempre di più. Il tutto nell’ottica di consigliare e supportare nel miglior modo possibile il cliente in riferimento alle nuove tecnologie. Gli installatori e gli elettrotecnici diventeranno insomma dei veri e propri specialisti nel settore della tecnologia degli edifici. Da qui la necessità di lavorare duramente verso questo traguardo.” Con la scelta di organizzare insieme questa sentita manifestazione, le sezioni di mestiere degli Elettrotecnici e quella degli Installatori termosanitari hanno mosso dunque il primo passo nell’ottica di una futura collaborazione. Attraverso l’ausilio di alcune interessanti presentazioni, i relatori hanno affrontato con precisione tematiche come il BIM nella tecnologia degli edifici, l’isolamento acustico, la seconda edizione del manuale degli elettrotecnici e la distribuzione dei dati nelle strutture esistenti. Al contempo si è avuto modo di presentare l’iscrizione online sul portale www.lvh.it, volta nello specifico alla predisposizione di un’analisi del rischio in base alle linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi. “Chi lavora con massima responsabilità non può non operare delle scelte strategiche per la propria azienda in ambito di BIM per la tecnologia degli edifici, protezione antincendio, norme relative al settore degli elettrotecnici, trattamento dell’acqua negli impianti di riscaldamento, isolamento acustico o prevenzione della legionellosi negli impianti termosanitari – ha ricordato il presidente degli Elettrotecnici lvh.apa Herbert Kasal -. Come componenti del Gruppo degli Installatori è nostro dovere mettere a disposizione l’adeguato know-how e favorire la formazione e l’aggiornamento dei nostri associati.”

Come sottolineato sempre da Kasal e Kraler, le innovazioni tecnologiche finiranno a breve per modificare in singoli quadri professionali. “Proprio per questo è cruciale suddividere in modo adeguato le competenze, rinforzare la cooperazione tra le diverse tipologie di lavorazioni e formare esperti di livello – hanno concordato i due presidenti. Ulteriori manifestazioni congiunte del medesimo tenore sono previste anche per il futuro.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.