Piastrellisti: un mestiere variegato ed appassionante

La sezione di mestiere dei Piastrellisti ha tra gli obiettivi principali quello di evidenziare le diverse sfaccettature della professione. In occasione dell’assemblea annuale sono state proposte diverse campagne utili per avvicinare il giovane all’apprezzato mestiere.

Günther Unterleitner, Presidente dei Piastrellisti. Ripensare l’identità della professione ed ottenere un guadagno significativo in termini di forza lavoro. Sono stati questi gli obiettivi principali su cui ci si è concentrati in occasione dell’assemblea annuale dei Piastrellisti lvh.apa. Per il 2019 sono numerose le azioni in cantiere per puntare a valorizzare un mestiere che ha nella varietà uno dei suoi punti di forza. “La nostra professione offre molto – ha affermato il presidente della sezione di mestiere Günther Unterleitner -. Creatività, cambiamenti, contatto con i clienti e realizzazione personale, solo per fare alcuni esempi. Spesso questi aspetti non vengono sufficientemente presi in considerazione da parte della popolazione.” Nel corso della riunione si è parlato dello stato attuale della sezione di mestiere, degli obiettivi raggiunti e delle campagne da mettere in atto. Al contempo si sono analizzati i mezzi digitali che possono sostenere il quadro professionale ed in particolare i processi nei quali la digitalizzazione può risultare utilizzabile e sensata. Tra le nuove tecnologie si è ad esempio osservato l’esoscheletro, che potrebbe risultare utile per semplificare i lavori pesanti e ridurre in tal modo la fatica.

Già nel corso del 2018 si è avuto modo di organizzare una serie di workshop di concerto con il comparto Innovazione e Nuovi Mercati di lvh.apa: nel corso degli incontri si è analizzato il quadro professionale e si sono evidenziate le possibili misure da intraprendere per garantire un miglioramento. Il primo incontro con la sezione di mestiere dei piastrellisti si è svolto in dicembre e nell’occasione i partecipanti hanno parlato della propria vita lavorativa quotidiana. Uno degli esercizi consisteva nel far appassionare i relatori al mestiere in appena 30 secondi. I presenti hanno poi parlato degli aspetti positivi del loro lavoro, ma anche di quelli migliorabili in futuro. I collaboratori del comparto Innovazione e Nuovi Mercati hanno analizzato nel dettaglio i risultati emersi ed hanno elaborato un piano strategico in grado di mostrare in quali ambiti sono possibili dei miglioramenti. In occasione di un secondo incontro le proposte di modifica sono state presentate alla sezione di mestiere. Tra gli interventi suggeriti, quello atto ad avvicinare in modo mirato la professione dei piastrellisti a docenti, genitori e studenti. Anche la tematica della digitalizzazione ha assunto un ruolo molto rilevante nel corso dei workshop.

 

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.