Schnalser Säge: una storia di famiglia appassiona un’intera vallata

La famiglia Metzdorff è pronta ad aprire in settembre il museo esperienziale Schnalser Säge. Un luogo nel quale sarà possibile respirare artigianato, tradizione e vita rurale. Il cuore dell’areale sarà costituito da una segheria veneziana restaurata. Per portare a termine il museo si è deciso di attivare una campagna di Crowdfunding.

La famiglia Metzdorff.La Val Senales è la terra in cui vive la famiglia Metzdorff. Otto anni or sono il nucleo familiare si è spostato dalla Germania all’Alto Adige ed un giorno il signor Metzdorff ha trovato nel bosco una segheria veneziana: un punto di svolta per la famiglia. Il falegname ha acquistato il raro pezzo ed ha iniziato autonomamente a svolgere dei lavori di restauro. Poco dopo la giovane operatrice economica Lisa Metzdorff ha aperto la piccola falegnameria Schnalser Säge, con l’obiettivo di poter sopportare meglio i costi di restauro. L’azienda si è rivelata un successo, soprattutto per quanto concerne la realizzazione di oggetti in cembro.
Ora la famiglia vuole compiere un passo successivo: aprire un museo esperienziale a Madonna di Senales, località in cui la segheria dovrebbe trovare la propria nuova casa. L’obiettivo è quello di realizzare un areale all’aperto, nel qual unire artigianato, tradizione e vita rurale. “Il museo esperienziale è un progetto di cuore – ha spiegato Lisa -. Vogliamo restituire qualcosa a questa terra ed al contempo offrire qualcosa a locali e turisti.” Entro settembre è necessario realizzare l’adeguata infrastruttura, cruciale per permettere alla segheria ed agli altri impianti di funzionare.
Con l’obiettivo di finanziare una parte dei costi, la famiglia Metzdorff ha deciso di rivolgersi alla popolazione. Chi crede al turismo esperienziale, può sostenere la campagna entro il 13 agosto sul sito Crowdfunding Alto Adige. “Se in tanti ci aiuteranno, riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo in tempi brevi – si è detta convinta la giovane Metzdorff. Del resto, il contributo può anche essere di soli 10 Euro. Tutti i sostenitori riceveranno un ringraziamento particolare: da souvenir in cembro e pomeriggi esperienziali per l’intera famiglia. Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili sul sito internet www.crowdfunding-suedtirol.it

 

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.