Autonoleggiatori: nuovo incontro a livello politico

 

Numerose ditte altoatesine di autonoleggio stanno correndo il rischio di dover chiudere i battenti. Proprio per evitare questa eventualità, i vertici della sezione di mestiere hanno incontrato nuovamente l’assessore provinciale Philipp Achammer.

Foto Incontro AutonoleggiatoriFoto - Incontro AutonoleggiatoriL’attività degli autonoleggiatori locali è ancora bloccata e le prospettive per il futuro si stanno facendo sempre più grigie. Non a caso quello in oggetto è uno dei settori più colpiti dalla crisi Covid-19. “Diversi operatori economici sono vicini alla chiusura – ha affermato il presidente degli Autonoleggiatori lvh.apa Hansjörg Thaler -. Le nostre aziende non lavorano da mesi e di fatto non esiste alcuna opportunità di recuperare i profitti persi o di crearsi nuove opportunità. Meglio evitare di pensare al pericolo di una seconda ondata di infezione in autunno o in inverno ed alle sue potenziali conseguenze.”

Insieme ad alcuni componenti della consulta di mestiere, al presidente di lvh.apa Martin Haller ed al vice direttore di lvh.apa Walter Pöhl, l’artigiano ha incontrato ieri ancora una volta l’assessore provinciale Philipp Achammer. Nel corso dell’appuntamento è stata messa nuovamente in evidenza la precaria situazione delle ditte di settore. Anche il presidente Haller ha espresso tutta la propria preoccupazione: “Se non troveremo al più presto una soluzione per le circa 500 realtà locali del settore, la situazione rischia di precipitare. Stiamo parlando di un comparto che si occupa di servizi di vicinato molto significativi, come ad esempio il trasporto degli studenti. Al contempo l’attività è fortemente legata al turismo, altro settore gravemente penalizzato dalla crisi causata dal Coronavirus.”

L’assessore Achammer si è dimostrato comprensivo con gli artigiani ed ha assicurato che la politica locale si attiverà in favore degli operatori economici del settore. In cantiere ci sono ulteriori misure di sostegno, chiamate a garantire la sopravvivenza degli autonoleggiatori locali. I rappresentanti di lvh.apa hanno chiesto nuovamente l’esenzione dall’IMI per il 2020 ed hanno ribadito la necessità di un pagamento posticipato per i trasporti scolastici e speciali saltati a causa del Covid-19. Al contempo si potrebbe rinforzare trasporto pubblico sostitutivo impiegando gli autonoleggiatori locali. Nei prossimi giorni seguiranno ulteriori incontri.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.