Chiude la maglieria Kaufmann

I suoi Walker in tessuto follato erano capi d'abbigliamento molto richiesti. Dopo oltre 50 anni, la maglieria Kaufmann di San Genesio chiude ora i battenti. Fino alla sua chiusura, la pura lana vergine veniva lavorata a mano, quindi infeltrita mediante lavaggio e bollitura e infine trattata a vapore.

Il prodotto così ottenuto serviva a confezionare i tradizionali Walker (dal tedesco "walken", infeltrire). "Negli ultimi anni i prodotti in lana follata e la maglia non sono più così apprezzati" si rammarica il direttore dell'azienda Peter Kaufmann. Il mercato non è più grande abbastanza per una maglieria del ceto medio. Insieme alla famiglia, Kaufmann ha quindi recentemente deciso di chiudere la maglieria, l'ultima in Alto Adige con collaboratori alle dipendenze, nove in tutto fino alla fine.

Kaufmann considera questa chiusura con sentimenti contrastanti: "Sono felice di avere finalmente più tempo per la famiglia. Tuttavia, mi dispiace dover abbandonare l'attività costruita pazientemente negli ultimi 25 anni". Nativo di San Genesio, è anche presidente locale per l'APA.

La maglieria risale alla madre di Kaufmann, Elisabeth, che lavorava a San Genesio come magliaia. All'inizio degli anni Cinquanta si procurò la prima macchina per maglieria e fondò insieme al marito la maglieria a Bolzano. Affittarono un locale sotto i portici di Bolzano per vendere prodotti di maglieria e lana follata. 

Nuovi mercati in Scandinavia e Taiwan
Passata in mano a Peter, uno dei cinque figli, l'azienda conobbe un grande sviluppo. 18 anni fa si presentò l'occasione di costruire una nuova fabbrica a San Genesio, tornando al luogo d'origine. Nuovi macchinari computerizzati accelerarono la produzione; nacquero così collezioni proprie.

Negli anni Ottanta e Novanta Peter Kaufmann conquistò con i suoi prodotti di qualità nuovi mercati spingendosi fino alla Scandinavia e a Taiwan. Kaufmann sfruttò il momento favorevole, quando Walker maglieria erano molto richiesti. Dalla metà degli anni Novanta il mercato della moda ha preferito altre stoffe.

 

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.