A Lille il Team Italy prosegue la caccia alla medaglia

Giusto il tempo per garantire a tutti l'opportunitá di familiarizzare con la propria postazione lavorativa ed i campionati europei dei mestieri Euroskills 2014 sono entrati nel vivo, sottoponendo agli oltre 400 apprendisti europei presenti una lunga e diversificata serie di prove da risolvere in tre giorni di gare. I cinque competitor del Team Italy hanno tutti accolto immediatamente la sfida e stanno facendo del proprio meglio per conquistare un'ambita medaglia.

EM Bodenleger_1000Sfidare come sta avvenendo in questi giorni al Grand Palais di Lilla la migliore forza lavoro giovanile presente sul palcoscenico continentale non é del resto un'opportunitá che capita tutti i giorni ed i cinque portacolori azzurri la stanno sfruttando nel migliore dei modi. Tutti molto concentrati ed agguerriti giá dal primo istante di gara, i due altoatesini ed i tre piemontesi in gara stanno affrontando le rispettive prove nel migliore dei modi. Partiamo dal 22enne lattoniere di Lana Armin Flarer, che sta proseguendo spedito nella predisposizione e nella posa di una complessa serie di lamiere in rame: "Quando sono arrivato qui a Lille non vedevo l'ora di iniziare a lavorare – ha spiegato l'altoatesino -. Nei giorni precedenti alla competizione abbiamo avuto qualche problema con la consegna dei materiali da parte dell'organizzazione, ma anche grazie EM Spengler_1000al grande impegno del mio esperto Paul Jaist tutto si é risolto per il meglio e sono soddisfatto di come sta procedendo il mio lavoro." Nel migliore dei modi sono iniziati anche i campionati europei dei mestieri del 25enne pavimentista di San Pancrazio Benjamin Thaler, che ha giá avuto modo di completare il primo dei tre pezzi da realizzare e che dopo il linoleum é pronto a cimentarsi con la moquette e con l'amato legno: "Prima di iniziare a competere in questi appuntamenti ed a questi livelli si é sempre un po' nervosi – ha affermato il giovane seguito dall'esperto Andreas Holzer -, poi quando si inizia a svolgere il proprio lavoro di sempre le cose vanno meglio. Il mio obiettivo é naturalmente quello di vincere." Per quanto concerne i tre ragazzi piemontesi in gara, alcune difficoltá riscontrate nella prova con il motore non hanno spaventato il meccanico d'auto Simone Ciulla, che proprio in queste ore sta affrontando la prova a lui piú congeniale, quella relativa all'elettronica dell'auto. Sia singolarmente nei rispettivi mestieri di competenza che in coppia nella prova "cucina-servizio" sono infine il cuoco Pietro Beanato ed il cameriere Dionisie Blosenco: il primo ha dovuto fronteggiare e superare sin da subito con grande abilitá la problematica del poco tempo disponibile per la realizzazione di numerosi e complessi piatti; il secondo ha invece giá dovuto fare i conti con svariate prove, dalla preparazione di difficili cocktail a delle vere e proprie simulazioni di servizio in sala, ed ha saputo disimpegnarsi con grande precisione ed eleganza. La fatica per tutti non é in ogni caso ancora finita e proseguirá fino a domani pomeriggio, quando andrá in archivio la terza ed ultima giornata di competizione. Infine la cerimonia conclusiva di domenica, nella quale i cinque portacolori del Team Italy auspicano naturalmente di poter ricevere altrettante gradite sorpresa.

 

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.