Pagamento diretto del subappaltatore: un'opportunità utilizzata troppo raramente

Lo "Statuto delle imprese" prevede già dal 2011 il pagamento diretto dei subappaltatori in ambito di appalti pubblici. Questa legge viene tuttavia sfruttata molto raramente, in particolare dai comuni altoatesini. Attraverso due integrazioni normative esiste la volontà di tornare ad utilizzare con maggiore frequenza questa importante opportunità.

Le procedure concorsuali che hanno colpito alcune grandi imprese come ad esempio il colosso dell'edilizia ZH hanno portato ad un significativo danno economico per numerose ditte di piccole dimensioni. Proprio con l'obiettivo di proteggere le PMI, attraverso lo "Statuto delle imprese" del 2011 è stata emanata una legge che impegna i clienti a pagare direttamente i subappaltatori: "Purtroppo questa norma viene presa in considerazione ancora troppo raramente - ha spiegato il vice presidente di APA-Confartigianato Bolzano Martin Haller -. In particolare questo fenomeno si registra a livello comunale, con la conseguenza di danneggiare pesantemente le piccole e medie imprese nel caso di procedure concorsuali."

La possibilità di procedere con il pagamento diretto sarà ora possibile in due ulteriori casi specifici a seguito di un'integrazione normativa dell'articolo 13, legge 9/2014. Nel primo caso il subappaltatore avrà diritto al pagamento diretto - anche se ciò non sia previsto dai documenti relativi al bando della gara - qualora il committente appuri che l'appaltatore abbia pagato ripetutamente in ritardo il subappaltatore. Per quanto concerne la seconda ipotesi, in futuro il pagamento diretto del subappaltatore sarà possibile nell'eventualità dell'apertura di una procedura di concordato preventivo nei confronti dell'aggiudicatario.

La miglior soluzione possibile per impedire queste problematiche? L'assegnazione delle gare d'appalto secondo il metodo dei lotti e delle lavorazioni: "In questo caso il ruolo dell'appaltatore e del subappaltatore viene meno, così come si riducono considerevolmente i rischi di perdite economiche per il subappaltatore - ha concluso Haller.

 

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.