Incontro proficuo con il Parlamentare UE Herbert Dorfmann ed i vertici dell’Associazione Artigiani Trentino

Il mercato interno a livello europeo, il progetto Erasmus+, la politica UE del futuro. Sono stati questi gli argomenti principali affrontati in occasione dell’incontro tra gli addetti ai lavori di Bolzano, Trento e Bruxelles.Nella foto (da sinistra): Il vice presidente Stefano Debortoli (Associazione Artigiani Trento), il presidente lvh.apa Martin Haller, il Parlamentare UE Herbert Dorfmann, il presidente Marco Segatta (Associazione Artigiani Trento), il vice presidente Nicola Svaizer (Associazione Artigiani Trento) ed il vice presidente lvh.apa Hannes Mussak.

La Casa dell’Artigianato di Bolzano ha ospitato di recente un proficuo scambio di opinioni tra il parlamentare europeo Herbert Dorfmann, la presidenza dell’Associazione Artigiani Trentino e quella di lvh.apa Confartigianato Imprese, rappresentata nell’occasione dal presidente Martin Haller e dal vice presidente Hannes Mussak.

Nella prima parte del confronto sono stati discussi i pregi e gli svantaggi del mercato interno di carattere europeo. Una problematica sollevata dagli Artigiani Trentino in questo campo ha riguardato la libera circolazione delle merci: la concorrenza a prezzi più bassi finisce del resto inevitabilmente per penalizzare le aziende trentine. Il problema è peraltro simile anche in Alto Adige. In numerosi Stati membri, ed in particolare nell’Europa dell’Est, il costo del lavoro è infatti decisamente più basso e di conseguenza la concorrenza risulta molto elevata.

A seguire è stata introdotta la tematica dei contributi UE. Secondo il presidente di lvh.apa Martin Haller, essi rappresentano un sostegno “utile e sensato in particolare per le realtà di piccole dimensioni, a patto che i carichi burocratici non siano sproporzionatamente elevati.”

Entrambi i presidenti si sono successivamente complimentati per il programma di sostegno Erasmus+. Nello specifico si parla di un supporto attraverso il quale non solo gli studenti ma anche gli apprendisti possono svolgere un periodo di pratica all’estero. Per concludere l’incontro nel migliore dei modi, la presidenza di lvh.apa ha infine consegnato al Parlamentare UE un catalogo con le richieste dell’artigianato altoatesino ai rappresentanti politici dell’UE. “Dalla garanzia di forza lavoro qualificata alla politica sull’ambiente ed al rafforzamento dei circuiti economici locali: gli ambiti di competenza in cui le decisioni dell’UE hanno effetti diretti sul nostro lavoro sono numerosi – ha ricordato Haller -. Proprio per questo abbiamo deciso di riassumere in un documento le nostre priorità e le nostre richieste per il nuovo periodo di legislatura.”

“Negli ultimi anni lvh.apa ha potuto sempre contare sul grande impegno di Herbert Dorfmann – ha concluso il direttore Thomas Pardeller -. Gli auguriamo il meglio anche per questa legislatura.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.