Autonoleggiatori: “Una legge assurda!“

Da domani gli autonoleggiatori italiani dovranno portare con sé un foglio di servizio, sul quale saranno obbligati registrare lo svolgimento dell’intera giornata lavorativa e i dati personali dei passeggeri.

Markus Weissensteiner, Presidente degli Autonoleggiatori lvh.apa. Fino ad oggi si è sperato in un rinvio. Purtroppo, invano. Il cosiddetto “Decreto semplificazioni” prevede che a partire dal 15 maggio tutti gli autonoleggiatori italiani vengano sottoposti ad una nuova sfida burocratica. “In concreto stiamo parlando di una disposizione che prevede alcune significative novità – ha affermato con amarezza il presidente degli Autonoleggiatori lvh.apa Markus Weissensteiner -. A partire da domani dovremo portare con noi un foglio di servizio, sul quale saremo chiamati a registrare l’intero andamento della giornata, compresi i luoghi di partenza e quelli di arrivo con il relativo chilometraggio. A completare questa scelta assurda un’ulteriore innovazione: in futuro sarà necessario registrare anche i dati dei passeggeri. Ad oggi non sappiamo tuttavia quali dati siano effettivamente richiesti e se questa documentazione sia in generale permessa per motivi di privacy.”

La prevista legge è sinonimo di un ulteriore carico burocratico decisamente significativo per la categoria. Senza dimenticare che il foglio di servizio è inizialmente previsto in forma cartacea, mentre in futuro si passerà ad un formato digitale. Anche in questo caso si continua ad esserci poca chiarezza sull’applicazione della novità.

Vista la situazione emersa, gli esperti di lvh.apa hanno già avuto modo di rivolgersi al garante per la privacy a Roma e stanno ora aspettando risposta.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.