Brunico: valorizzare l’artigianato locale

Politica dei prezzi, protezione dei dati, potenzialità delle aziende di piccole dimensioni: questi sono stati solo alcuni dei punti chiave trattati in occasione dell’assemblea comunale degli artigiani lvh.apa di Brunico. La volontà condivisa è quella di investire in ulteriori iniziative in favore dei giovani.

(da sinistra): Josef Schwärzer, Martin Haller, Fabian Forer, Martin Pezzei e Gert Lanz.Il presidente comunale lvh.apa (ditta Pezzei Metallform) ha invitato i colleghi di Brunico nella propria azienda, dove ha ospitato la sentita assemblea annuale dell’artigianato locale. Diversi gli argomenti all’ordine del giorno. Nel corso della riunione si è parlato di pressione dei prezzi, di mancanza di forza lavoro qualificata, di formazione professionale adeguata ai tempi, della problematica del traffico e delle diverse forme di cooperazione tra le aziende. “Il nostro obiettivo primario deve essere l’ottenimento di nuova manodopera qualificata – si è detto convinto Pezzei -. Vogliamo mostrare ai giovani quanto i diversi mestieri dell’artigianato siano creativi ed orientati al futuro.” Concorde il presidente circondariale della Bassa Val Pusteria Josef Schwärzer, il quale si è detto favorevole ad ogni tipo di iniziativa atta alla conquista di giovani talenti, a patto che si garantiscano metodi di insegnamento più orientati alla prassi e più adeguati alla nostra epoca. “L’impiego dei media digitali e dei programmi Autocad, così come la revisione dei contenuti per la valutazione nelle singole materie sono imprescindibili se vogliamo offrire una formazione idonea al mercato – ha sottolineato Schwärzer.

Il presidente di lvh.apa Martin Haller ha invece individuato la sfida principale nel reperimento di un orientamento alla professione adeguato per i giovani. “Se vogliamo che la formazione nell’artigianato venga presa come opportunità, dobbiamo riuscire in primo luogo ad ottenere un cambio di mentalità da parte dei genitori – ha evidenziato Haller -. Attraverso lvh.apa e grazie alla collaborazione con l’assessore provinciale Achammer siamo riusciti ad ottenere importanti risultati quali la permeabilità dei sistemi formativi, nonché una parità di valore tra la formazione di Maestro ed il Bachelor. In tal modo è già stata predisposta la strada per una formazione ricca di prospettive. Insieme dobbiamo continuare ad impegnarci per un rafforzamento ulteriore della formazione professionale.” Il presidente ha quindi affrontato due ulteriori tematiche che ha particolarmente a cuore: la crescita sana delle aziende e la cooperazione tra ditte artigiane. Secondo Haller le dimensioni delle imprese non dovrebbero svilupparsi artificialmente solo per soddisfare una “pressione” di crescita. “Alcune realtà lavorano bene proprio perché dispongono di una struttura ridotta – ha ricordato il presidente -. Non porta niente ampliarla per poi magari licenziare metà del personale in occasione della prossima crisi economica.”

L’assemblea è proseguita con la relazione dell’avvocato Andreas Leiter sul nuovo regolamento per la protezione dei dati, con quella del funzionario lvh.apa Klaus Fischnaller sulle novità in ambito fiscale e professionale e con l’intervento del sindaco Roland Griessmair, il quale ha elogiato il mondo dell’artigianato: “Le ditte locali garantiscono un’economia sana, permettono il commercio di vicinato e contribuiscono al benessere della società – queste le parole del primo cittadino.

Il gruppo comunale ha infine voluto premiare il giovane carrozziere Fabian Forer di Gais e lo ha fatto attribuendogli un diploma di merito. Grazie anche al sostegno della propria ditta formativa “Carrozzeria Huber” di Brunico, nel 2018 il giovane ha conquistato il titolo nazionale nel proprio settore.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.