Cura del corpo e servizi: “Non fidatevi degli abusivi!”

La presidente del Gruppo Cura del corpo e servizi di lvh.apa Monika Lardschneider ha messo in guardia la popolazione da un fenomeno grave, tornato alla ribalta in queste settimane: “L’abusivismo va combattuto. Attualmente tutti i saloni sono chiusi a causa del Covid-19 ed affidarsi a visite domestiche di non professionisti è pericoloso per i clienti.”

La presidente del Gruppo Cura del corpo e servizi di lvh.apa Monika Lardschneider (a sinistra) e la vice Patrizia Postè. La presidente del Gruppo Cura del corpo e servizi di lvh.apa Monika Lardschneider (a sinistra) e la vice Patrizia Postè. L’abusivismo rappresenta da tempo una grave piaga del sistema economico italiano ed il settore dedicato alla cura del corpo ed ai servizi connessi non fa eccezione. Anzi, in tempo di Coronavirus sono numerosi i non addetti ai lavori che sfruttano la chiusura dei saloni e delle attività gestite da professionisti per recarsi a casa dei clienti e svolgere diverse tipologie di lavori a domicilio. Sui pericoli di questo fenomeno la presidente del Gruppo Cura del corpo e servizi di lvh.apa Monika Lardschneider, la presidente delle Estetiste lvh.apa Karin Ploner e la presidente delle Acconciatrici lvh.apa Sigrid Terleth hanno messo in guardia, rivolgendosi in particolare proprio ai clienti: “Proprio per loro le conseguenze possono essere nefaste, tanto per una possibile manipolazione o lavorazione sbagliata, quanto per il mancato rispetto delle norme igieniche – hanno affermato le artigiane -. Il nostro è un settore in cui la formazione, l’aggiornamento specifico e l’adeguamento ai rigorosi protocolli igienico-sanitari imposti dalle ASL territoriali sono fondamentali. Non a caso i saloni di acconciatura ed i centri estetici sono i luoghi in cui le misure igieniche e di sicurezza vengono maggiormente rispettate, ciò a beneficio della categoria e dei nostri clienti. Al momento questi luoghi sono chiusi e nessun professionista sta lavorando, tantomeno a domicilio: proprio per questo invitiamo i nostri clienti a non affidarsi a trattamenti o servizi ‘fai da te’, ma ad attendere la riapertura di saloni e centri estetici per poter nuovamente contare su prestazioni all’insegna della professionalità e caratterizzate dalle necessarie garanzie.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.