Digitalizzazione: lo strumento del futuro

Innovazione, novità digitali e moderne tecnologie: queste evoluzioni caratterizzano sempre di più la vita lavorativa quotidiana degli artigiani. Per comprendere le opportunità già ora disponibili, il Gruppo Edilizia di lvh.apa ha visitato il NEST e l’ETH di Zurigo.

(da sinistra): Zoia Reiterer, coordinatrice del centro di competenza Ediliza ed Installazione di lvh.apa, il vice direttore di lvh.apa Walter Pöhl, Konrad Blaas (consulta di mestiere Costruttori in legno e Carpentieri lvh.apa), il presidente di lvh.apa Martin Haller, Hubert Gruber (presidente Gruppo Edilizia di lvh.apa), Richard Nagler (presidente sezione di mestiere Costruttori in legno e Carpentieri lvh.apa), Markus Obexer (consulta di mestiere Imprese movimento terra lvh.apa), Roland Ploner (consulta di mestiere Imprese movimento terra lvh.apa), Martin Gebhard (presidente Costruttori e Muratori lvh.apa) e Arnold Fischnaller (consulta di mestiere Costruttori e Muratori lvh.apa). (da sinistra): Zoia Reiterer, coordinatrice del centro di competenza Ediliza ed Installazione di lvh.apa, il vice direttore di lvh.apa Walter Pöhl, Konrad Blaas (consulta di mestiere Costruttori in legno e Carpentieri lvh.apa), il presidente di lvh.apa Martin Haller, Hubert Gruber (presidente Gruppo Edilizia di lvh.apa), Richard Nagler (presidente sezione di mestiere Costruttori in legno e Carpentieri lvh.apa), Markus Obexer (consulta di mestiere Imprese movimento terra lvh.apa), Roland Ploner (consulta di mestiere Imprese movimento terra lvh.apa), Martin Gebhard (presidente Costruttori e Muratori lvh.apa) e Arnold Fischnaller (consulta di mestiere Costruttori e Muratori lvh.apa). Le PMI non hanno timore della digitalizzazione, dell’automazione e della robotica. Viceversa queste realtà intendono crescere di concerto con le diverse innovazioni esistenti, sfruttandole a proprio vantaggio nella vita lavorativa quotidiana. L’elevato interesse per questo settore è emerso anche di recente, nello specifico con la visita dei rappresentanti del Gruppo Edilizia di lvh.apa, del presidente lvh.apa Martin Haller e del vice direttore lvh.apa Walter Pöhl in Svizzera. Qui la comitiva si è recata in particolare nel NEST e nell’ETH, la scuola politecnica federale di Zurigo. Il NEST è l'edificio modulare dedicato alla ricerca ed all’innovazione dell’Empa, l'istituto di ricerca interdisciplinare dell’ETH per la scienza e la tecnologia dei materiali, e dell’Eawag, l'istituto per la ricerca sull'acqua dell’ETH. All’interno del NEST si provvede a ricercare, sviluppare, validare e testare in condizioni reali le nuove tecnologie, i materiali e le diverse tipologie di sistemi. La stretta collaborazione con partner provenienti dal mondo della ricerca, dell’economia e del settore pubblico consente di inserire più rapidamente sul mercato le innovative tecnologie edili ed energetiche. Nel corso della visita i presenti hanno avuto l’opportunità di conoscere nel dettaglio l’istituto, comprendendone con precisione i processi interni.

Il presidente del Gruppo Edilizia di lvh.apa Huber Gruber ha descritto il viaggio come un’opportunità eccezionale: “Per tutti noi è importante crescere di pari passo con la digitalizzazione – ha commentato l’artigiano -. In particolare nel settore edile essa può garantire vantaggi davvero significativi. Il viaggio a Zurigo ci ha permesso di comprendere cosa si può già fare al giorno d’oggi.”

La seconda visita compiuta in Svizzera ha riguardato l’ETH di Zurigo. La scuola politecnica federale di Zurigo è un’università dedicata agli studi tecnici e scientifici. Al suo interno vengono svolte ricerche di base ed applicate ai massimi livelli, con l’obiettivo di utilizzarle successivamente in ambito scientifico, sociale, economico e politico.

“Queste due visite ci hanno confermato quanto sia importante la collaborazione tra i diversi settori – ha concluso Gruber -. In particolare gli esempi osservati ci hanno mostrato quali risultati si possono ottenere grazie alla cooperazione tra economia, ricerca e politica. Anche per l’artigianato una formazione di livello ed un aggiornamento costante sono decisivi.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.