Gli Artigiani anziani come esempio da seguire

Erano oltre 1.000 i presenti domenica a Pietralba per il tradizionale raduno degli Artigiani anziani. Un appuntamento, organizzato con successo dalla sezione comunale di Nova Ponente e dal circondario Bassa Atesina, che ha avuto lo "stare insieme" come proprio motto principale.

Un appuntamento divenuto ormai tradizione ha vissuto domenica scorsa a Pietralba l'edizione numero 52. Erano oltre 1.000 gli Artigiani anziani provenienti da ogni parte dell'Alto Adige per l'abituale incontro annuale. Un evento curato nel minimo dettaglio dal comitato organizzatore composto dalla sezione comunale di Nova Ponente e dal circondario Bassa Atesina dell'APA e che non ha tradito le attese della vigilia. Dopo i saluti di rito, caratterizzati anche da un'esposizione di auto d'epoca, gli artigiani anziani, gli ospiti d'onore ed i numerosi volontari presenti hanno celebrato insieme la Santa Messa, nel corso della quale si é anche svolta la benedizione della bandiera provinciale dell'APA. A seguire il pranzo comune ed il saluto del presidente degli Artigiani anziani Sebastian Brugger, che ha colto l'occasione per dare il benvenuto ai numerosi ospiti d'onore intervenuti: dal presidente dell'APA Gert Lanz ai vice presidenti Ivan Bozzi e Martin Haller, passando per il presidente onorario Herbert Fritz, per il presidente dell'associazione nazionale Anziani e Pensionati (ANAP) di Confartigianato Giampaolo Palazzi, per il direttore dell'APA Thomas Pardeller, per gli assessori provinciali Thomas Widmann e Roberto Bizzo, per il presidente del Consorzio dei Comuni Arno Kompatscher, ma anche per tutti i funzionari APA ed i politici comunali che non hanno voluto rinunciare all'evento. I numerosi relatori intervenuti hanno quindi ribadito un concetto chiave: l'importanza del ruolo degli Artigiani anziani come esempio da seguire per le successive generazioni. Infine le numerose premiazioni: al circondario Cittá di Bolzano il riconoscimento per essere il circondario piú numeroso con i propri 298 membri; a Castelrotto, con i suoi 47 partecipanti, il premio riservato al comune piú numeroso; ai rappresentanti di Sesto infine il riconoscimento per essere stati, con i propri 143 km, coloro che hanno percorso piú strada per essere presenti all'evento. Venendo ai premi individuali, a ricevere le meritate onoreficenze sono stati i tre artigiani piú anziani e le tre artigiane piú anziane presenti a Pietralba: in campo maschile il primo premio é andato all'orologiaio di Renon Martin Kofler (101 anni!), seguito dal 93enne sarto di San Vigilio di Marebbe Peter Rindler e dal muratore di Salorno Attilio Girardi (92 anni). In campo femminile, primo premio per l'89enne sarta di Monguelfo Marianne Schönegger, secondo per l'87enne panettiera di Ultimo Elsa Schwienbacher e terzo per l'85enne sarta di Ortisei Sophie Prugger. La giornata é quindi volata via tra balli e chiacchiere comuni, con molti dei presenti che hanno goduto appieno del vasto programma di contorno predisposto dagli organizzatori.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.