"Garantire l'adeguata libertà di scelta ai consumatori"

Ormai da diversi mesi a questa parte i carrozzieri di tutta Italia stanno combattendo per impedire che i propri clienti vengano privati dell'opportunità di affidarsi all'autofficina di fiducia e siano viceversa costretti a rispettare le scelte delle compagnie assicurative. Dopo i recenti interventi dei carrozzieri altoatesini, anche il presidente della Giunta Provinciale Arno Kompatscher ha deciso di scrivere al Governo, evidenziando le conseguenze negative di una simile decisione nei confronti delle piccole e medie imprese. La proposta verrà discussa domani dal Consiglio dei Ministri.

Huber Manfred - Präsident SAGSu spinta dei carrozzieri altoatesini, il ministro per lo sviluppo economico Federica Guida ed il premier Matteo Renzi hanno ricevuto di recente un importante richiesta da parte del presidente della Giunta Provinciale Arno Kompatscher. Quest'ultimo ha infatti scritto al Governo per sottolineare quanto risulti importante tenere conto delle esigenze delle PMI in merito alla tematica delle assicurazioni RC auto. Qualora il Consiglio dei Ministri approvi nella seduta di domani il relativo decreto, oltre 14.000 autofficine italiane rischieranno di essere costrette a chiudere e addirittura 60.000 dipendenti rischieranno di perdere il proprio posto di lavoro: "Di concerto con i colleghi delle altre provincie italiane, stiamo lottando ormai da diversi mesi per garantire la libera concorrenza tra officine – ha spiegato il presidente dell'UPAA Manfred Huber -. In nessun modo gli operatori economici vogliono cedere al ricatto delle compagnie assicurative: da diverso tempo quest'ultime stanno infatti cercando di dettare a piacimento le condizioni ed i prezzi delle riparazioni, obbligando anche gli artigiani ed i consumatori a scegliere solo determinate autofficine." Una privazione di libertà che gli addetti ai lavori del settore non vogliono nemmeno prendere in considerazione: i clienti dovranno infatti continuare ad avere l'opportunità di scegliere la propria autofficina di fiducia, senza venire scavalcati nella propria decisione da una simile tipologia di leggi. I carrozzieri altoatesini si affidano ora all'importante sostegno dei parlamentari altoatesini, confidando che anche grazie a loro svariate autofficine cruciali per l'economia non siano costrette a chiudere i battenti.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.