L’artigianato lavora in modo sostenibile

Sono pochi i settori che operano in maniera sostenibile al pari di quanto avviene nell’artigianato. Un comparto che si caratterizza per lavori impeccabili, per una formazione ed un aggiornamento di ottimo livello, nonché per un forte legame con la realtà locale. Sono ormai decenni che l’artigianato rispetta in maniera esemplare importanti valori di carattere economico, ecologico e sociale. L’obiettivo di lvh.apa per il nuovo anno è accompagnare le aziende locali nell’implementazione delle proprie strategie sostenibili, in particolare fornendo nuovi strumenti ad hoc.

I protagonisti della conferenza stampa (da sinistra): Werner Schönthaler (Schönthaler Bausteinwerk), Christine Avenarius, Robert Pohlin (Elpo), Helene Complojer (Complojer Inneneinrichtung) e Hannes Mussak (vice presidente lvh.apa).La sostenibilità ha numerose sfaccettature. Quando si affronta questa tematica, si ragiona ben oltre un utilizzo efficiente delle risorse o un’adeguata tutela ambientale e ciò anche nel mondo economico. “Vivere e lavorare in maniera sostenibile significa assumersi la responsabilità delle proprie azioni – ha affermato il vice presidente di lvh.apa Hannes Mussak in occasione dell’odierno colloquio con i media sulla sostenibilità, andato in scena nella Casa dell’Artigianato di Bolzano -. Ormai da decenni l’artigianato vive di concetti sostenibili, quali la formazione dei giovani, prestazioni lavorative impeccabili ed un legame molto stretto con la società locale. Il problema è che spesso non si è consapevoli di questi valori o comunque non li si comunica a dovere. Proprio per questo abbiamo deciso di approfondire la tematica, aumentandone la visibilità e consegnando alle nostre aziende gli strumenti per compiere ragionamenti innovativi su questo significativo argomento.”

L’ufficio unico per la formazione continua nell’artigianato (ZWH e. V.) di Berlino fa parte ormai da tempo di un progetto promosso dal ministero per la formazione e la ricerca e si occupa di analizzare di concerto con i titolari delle aziende artigiane quali sono i processi interni, i materiali utilizzati ed i campi d’attività. Come spiegato dalla responsabile del progetto Christine Avenarius, “l’artigianato vive e lavora da sempre in modo sostenibile. Esistono tuttavia tre campi nei quali è presente del potenziale per migliorare ulteriormente. Penso al materiale da lavoro, ai processi aziendali ed alle offerte rivolte ai clienti per prodotti e servizi sostenibili.”

Per quanto concerne la sostenibilità ad essere decisamente significativa è la rilevanza economica delle riparazioni nell’artigianato. In Germania ad esempio, circa il 44% del fatturato delle riparazioni riguarda le aziende artigiane. “Nel parallelo con gli altri settori, esistono ben sette comparti specializzati caratterizzati da una forte influenza dell’artigianato – ha spiegato l’esperta -. In particolare si parla del settore automobilistico, dell’elettronica di intrattenimento, dei gioielli, delle attrezzature per la casa e per il giardino, delle scarpe e della pelletteria, nonché delle apparecchiature elettriche. L’artigianato gioca un ruolo cruciale anche nell’evoluzione energetica e non a caso in Germania sono ben 30 i mestieri coinvolti in questo ambito.” Secondo la Avenarius rendere visibile la sostenibilità consente alle aziende di differenziarsi dai concorrenti e rappresenta soprattutto un ottimo strumento per ottenere forza lavoro e responsabili.
Nel corso dell’evento, tre realtà locali (Complojer arredatore d’interni, Elpo installazioni e Schönthaler costruzioni) hanno chiarito in che modo nelle aziende viene garantita l’adeguata sostenibilità ecologica, economica e sociale. Helene Complojer ha parlato del successo riscontrato dal letto per bambini modulare, Werner Schönthaler ha informato i presenti sull’utilizzo e sui vantaggi legati ai mattoni in canapa, mentre Robert Pohlin ha presentato la strategia interna relativa agli apprendisti ed alla formazione in generale.

A seguito della richiesta e dell’interesse evidenziato da clienti e fornitori, i vertici di lvh.apa si occuperanno di approfondire la tematica nel corso del 2020. “Vogliamo fornire ai nostri associati degli strumenti concreti per diventare ancor più sostenibili, in modo tale da sostenerli nello sviluppo di una vera e propria strategia all’insegna della sostenibilità – ha concluso Mussak.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.