Bonus energia: evitare le discriminazioni!

I vertici di lvh.apa Confartigianato Imprese protestano contro la nuova regolamentazione del bonus energia presentata quest'oggi dall'assessore provinciale competente Richard Theiner. A finire sotto accusa è in particolare l'esclusione delle "zone produttive" e delle "zone produttive con particolare destinazione", per le quali il bonus in oggetto non risulta applicabile: "Una scelta discriminatoria e non certo improntata alla semplificazione legislativa – ha commentato con amarezza il presidente di lvh.apa Gert Lanz.

LAnz portrait rede 200

"Una nuova filosofia che non convince e che rischia anzi di portare insensate discriminazioni in un settore fondamentale come quello dell'energia." I vertici di lvh.apa Confartigianato Imprese reagiscono in questo modo alla nuova regolamentazione del bonus energia, presentata questa mattina dall'assessore competente Richard Theiner. A finire nel mirino degli artigiani altoatesini è soprattutto uno dei passaggi dedicati al bonus per gli edifici esistenti ed in particolare quello che definisce tale opportunità "non applicabile in zone individuate quale 'bosco', 'verde alpino', 'zona produttiva' o 'zona produttiva con particolare destinazione'." Chiaro il motivo: "Agendo in questo modo si effettua una chiara discriminazione nei confronti dei proprietari degli edifici ad uso produttivo, che non possono usufruire del bonus – ha affermato il presidente di lvh.apa Confartigianato Imprese Gert Lanz -. Una scelta che è difficile da comprendere soprattutto in un momento come quello attuale, nel quale gli impulsi all'interno dell'universo economico sono ridotti come non mai. Con questa regolamentazione non si fa altro che scoraggiare coloro che vorrebbero investire in un settore in difficoltà e di certo non si va nella direzione della semplificazione spesso invocata." Da qui l'auspicio del presidente di lvh.apa: "Confido che il passaggio incriminato venga modificato al più presto – ha concluso Lanz -, evitando in tal modo inutili discriminazioni."

 

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.