Thaler: “Gli studenti non sono pacchi che si può scegliere di non ritirare”

Non solo le persone con disabilità, ma anche gli studenti potrebbero presto dover fare i conti con l’inaffidabilità della ditta di trasporti Tundo. Questo il timore degli Autonoleggiatori lvh.apa. Per gli addetti locali risulta difficile comprendere perché anche il locale trasporto di studenti sia finito nelle mani dell’azienda pugliese.

Il trasporto studenti è anche una questione di fiducia. Foto: Hannes Niederkofler.Il trasporto studenti è anche una questione di fiducia. Foto: Hannes Niederkofler.Per molti anni gli autonoleggiatori altoatesini si sono occupati con affidabilità e professionalità del trasporto di studenti a livello locale, arrivando fino alle valli più remote. Oltre 4000 alunni delle scuole elementari, medie e superiori sono stati portati quotidianamente negli istituti e quindi nuovamente a casa. Il tutto fino all’ultima gara per l’assegnazione del servizio, durante la quale la ditta pugliese Tundo si è aggiudicata l’incarico. “Già al momento della comunicazione del risultato la delusione è stata grandissima – ha ricordato il presidente degli Autonoleggiatori lvh.apa Hansjörg Thaler -. Adesso invece siamo molto arrabbiati, perché abbiamo sentito che nell’ambito del trasporto di persone disabili molta gente è stata lasciata in mezzo alla strada. Tundo semplicemente non si è presentata ed il medesimo destino potrebbe presto toccare a numerosi studenti. Questi ragazzi non possono essere paragonati a dei semplici pacchi che si decide di non ritirare. In molti casi i nostri autisti conoscono personalmente tutti gli alunni ed hanno instaurato con loro un rapporto di fiducia. I loro genitori sanno che con loro sono in buone mani. Essere costretti a lasciare il trasporto scolastico alla Tundo rappresenta una perdita dolorosa tanto dal punto di vista umano quanto dal lato economico.” Gli autonoleggiatori altoatesini fanno parte delle categorie maggiormente colpite dal Covid-19 ed hanno dovuto fronteggiare gravi perdite economiche. Proprio in questo periodo gli incarichi pubblici e nuove prospettive economiche sarebbero di vitale importanza per la sopravvivenza del settore.

La richiesta di lvh.apa nell’ambito delle concessioni per il servizio di linea, prorogate per un anno, è parimenti chiara. Le altre aziende altoatesine adibite al trasporto di persone dovranno continuare ad essere autorizzate a fungere da subappaltatori. I vantaggi di un’assegnazione dell’incarico ai prestatori di servizi locali sono del resto evidenti: essi costituiscono una rete locale capillare in ambito di trasporto di persone e conoscono le sfide imposte dalla geografia del territorio. Al contempo gli autisti sono bilingui, istruiti e dotati di un parco macchine rinnovato. “La crisi Covid-19 ha reso molto complessa la vita delle persone – ha concluso Thaler -. Bisogna fare il massimo per non renderla ancor più difficile.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.