Artigianato a Bolzano: confronto con il sindaco Caramaschi

Il Covid-19 ha portato con sé numerose sfide in ambito sanitario ed economico, al punto da mettere a rischio le certezze sin qui esistenti nella pianificazione in favore delle aziende. Eppure proprio il periodo più “tranquillo” potrebbe venire sfruttato per proseguire e portare a termine alcuni progetti di valore. Questa l’opinione condivisa dai vertici di lvh.apa e dall’amministrazione comunale del capoluogo.

Hannes Mussak, vice presidente di lvh.apa Confartigianato Imprese. - Foto: Florian AndergassenHannes Mussak, vice presidente di lvh.apa Confartigianato Imprese. - Foto: Florian AndergassenLe limitazioni derivanti dalla lotta al Coronavirus hanno colpito in particolare la città di Bolzano. In una situazione come questa il dialogo diretto tra economia e politica assume un’importanza ancora maggiore. Proprio per tale ragione il presidente di lvh.apa Martin Haller ed il vice presidente di lvh.apa e presidente del circondario Bolzano Città di lvh.apa Hannes Mussak si sono confrontati in videoconferenza con il sindaco del capoluogo Renzo Caramaschi sulle attuali sfide esistenti a livello comunale. “Sono convinto che l’odierna situazione e gli sviluppi futuri possano venire affrontati solo insieme – ha evidenziato proprio il primo cittadino di Bolzano -. A tal proposito vorrei implementare ulteriormente il confronto tra l’amministrazione comunale e le associazioni.” Un’iniziativa molto apprezzata dai vertici di lvh.apa. “Al momento possiamo già contare su un’ottima collaborazione con il comune di Bolzano ed uno scambio d’informazioni ancor più significativo su svariate tematiche di valore non può che essere una buona notizia – ha sottolineato Hannes Mussak. Tra gli ambiti di lavoro più sentiti il vice presidente ha citato ad esempio un coinvolgimento ancor più marcato degli artigiani locali negli incarichi pubblici, così come opportunità di transito più comode nella città di Bolzano. Proprio nel centro del capoluogo è cruciale approvare dei regolamenti capaci di consentire lo svolgimento dei lavori, evitando viceversa di bloccarli attraverso, ad esempio, dei divieti di transito.

Dal canto suo, il presidente di lvh.apa Martin Haller si è concentrato sulla necessità di sfruttare questo periodo, caratterizzato da meno traffico e dall’assenza di code negli orari solitamente più utilizzati dai pendolari, per completare i progetti edili ed infrastrutturali avviati nel capoluogo. Per la competitività delle aziende bolzanine i progetti in ambito di mobilità ed infrastrutture sono importanti almeno tanto quanto le opportunità di sviluppo nelle diverse aree produttive. “Percorsi veloci e collegamenti significativi alla rete dei trasporti caratterizzano le business location più attraenti per le aziende – ha ricordato il presidente di lvh.apa -. Attualmente vi sono ancora alcuni progetti da ultimare affinché in futuro risulti possibile garantire una riduzione del traffico ed una raggiungibilità più efficiente.” Queste tematiche significative ed ulteriori argomenti di valore verranno trattati regolarmente in futuro e si proveranno a fornire delle soluzioni vincenti. “Se questa crisi ci ha insegnato qualcosa, ciò è indubbiamente l’importanza di una maggiore coesione – ha concluso Haller -. L’artigianato intende mettere a disposizione i propri punti di forza ed i propri collaboratori per rendere Bolzano ancor più attrattiva tanto come business location di valore per gli operatori economici, quanto nel campo della formazione, del lavoro e di una qualità di vita sostenibile.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.