Una carica fuori dal comune

Le Donne nell’Artigianato di lvh.apa e le KVW Frauen hanno dato vita di recente ad un’appassionante tavola rotonda, alla quale hanno preso parte diverse organizzazioni femminili, istituzioni, associazioni economiche e sociali, l’Alleanza per le famiglie ed i sindacati. Tra gli argomenti più sentiti all’ordine del giorno, le future sfide in tema di conciliabilità famiglia-lavoro e le relative ripercussioni sulle pensioni delle donne.

(dall’alto verso il basso): Michela Morandini, Margaret Winkler, Marlene Rinner, Tony Tschenett, Rita Egger, Helene Benedikter, Tanja Rainer, Barbara Jäger, Christa Ladurner, Annelies Leitner, Annemarie Gschnitzer, Marina Wallnöfer, Ulrike Oberhammer, Angelika Mitterrutzer Johanna Falser, Antonia Egger, Petra Holzer, Giorgio Bergamo e Helga Mutschlechner Holzer. - Foto: lvh.apa(dall’alto verso il basso): Michela Morandini, Margaret Winkler, Marlene Rinner, Tony Tschenett, Rita Egger, Helene Benedikter, Tanja Rainer, Barbara Jäger, Christa Ladurner, Annelies Leitner, Annemarie Gschnitzer, Marina Wallnöfer, Ulrike Oberhammer, Angelika Mitterrutzer Johanna Falser, Antonia Egger, Petra Holzer, Giorgio Bergamo e Helga Mutschlechner Holzer. - Foto: lvh.apaLe donne ricoprono un ruolo fondamentale all’interno della società e svolgono compiti di grande valore nei diversi ambiti. “Spesso tuttavia nel mondo politico e nella società in generale manca una comprensione globale in merito alle necessità delle donne – ha affermato la presidente delle Donne nell’artigianato di lvh.apa Petra Holzer -. La pandemia Covid-19 ha messo in evidenza il ruolo polivalente delle donne, ma al contempo ha determinato un aumento dei loro carichi ed ha amplificato delle problematiche già esistenti.” Sulla base di questa situazione è stato deciso di dar vita ad una tavola rotonda di concerto con la presidente delle KVW Frauen Helga Mutschlechner. Un appuntamento nel quale risultasse possibile analizzare le attuali difficoltà e reperire delle soluzioni vincenti.

L’idea è stata concretizzata di recente nella Casa dell’Artigianato di Bolzano, dove rappresentanti di diverse organizzazioni femminili, di istituzioni, di associazioni economiche e sociali, dell’Alleanza per le famiglie e dei sindacati si sono ritrovati. Al centro dell’incontro in primo luogo la conciliabilità tra famiglia e lavoro e le sue ripercussioni future sulle pensioni delle donne. Quali sono al momento le principali sfide delle famiglie più giovani? In quali ambiti è necessario intervenire per tutelare le donne bisognose di cure e come possono fare le donne per provvedere autonomamente alla propria pensione? In che modo dovrebbe agire la politica? “La volontà di rispondere a queste domande ha rappresentato lo stimolo giusto per organizzare il nostro incontro – ha spiegato la Mutschlechner -. Come donne siamo consapevoli di poter ottenere dei risultati solo diventando noi stesse più attive. Negli ultimi decenni il ruolo delle donne è stato rivisto, ma il Coronavirus ha mostrato che c’è ancora molto da fare.” Nell’ambito del tradizionale dialogo estivo, le donne hanno affrontato diverse tematiche, che saranno approfondite e diventeranno più concrete in ulteriori appuntamenti. Il risultato degli incontri vuole essere un catalogo di misure con delle proposte da presentare successivamente ai rappresentanti politici competenti.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.