Elezioni comunali 2020: gli artigiani pronti a rappresentare l’economia e la società in generale

Solo attraverso un’economia sana è possibile garantire posti di lavoro e formativi a livello locale, una fornitura di vicinato affidabile ed un’elevata qualità di vita. Una serie di obiettivi da raggiungere oggi più che mai. Proprio per questo gli artigiani intendono sfruttare appieno l’opportunità fornita dalle elezioni 2020, nello specifico contribuendo a valorizzare i comuni da un punto di vista sociale ed economico.

Hannes Mussak, vice presidente di lvh.apa. Foto: Florian AndergassenHannes Mussak, vice presidente di lvh.apa. Foto: Florian AndergassenIn vista delle prossime elezioni comunali, sono svariati i fattori che spingono verso l’elezione dei rappresentanti dell’artigianato. Quelli a cui ci riferiamo sono del resto degli operatori economici di valore, pronti a mettere la propria esperienza ed il proprio know-how a disposizione del mondo politico. Come? Garantendo decisioni e riflessioni strategiche di valore per l’intera comunità, distribuendo in modo equo le tasse ed i contributi, fornendo delle condizioni generali adeguate in favore delle realtà economiche locali, nonché creando nuovi posti di lavoro in favore dei giovani. “Gli artigiani sono dei veri e propri esperti quando si parla di calcolo costi-opportunità, di eliminazione della burocrazia e dell’offerta di servizi per l’intera comunità – ha affermato il vice presidente di lvh.apa Hannes Mussak -. Persone che possono certamente farsi valere in tema di appalti pubblici, imposte comunali, concetti per lo sviluppo dei paesi, assegnazione di concessioni edilizie ed amministrazione comunale. Al contempo gli artigiani sono dotati di un’elevata responsabilità sociale: in molti si danno da fare quotidianamente a titolo gratuito nelle diverse associazioni locali, contribuendo in tal modo attivamente alla vita collettiva del proprio paese. Per quanto riguarda il prossimo futuro, le nostre competenze saranno molto importanti anche nell’applicazione della nuova legge provinciale Territorio e Paesaggio. Per tutte queste ragioni mi auguro che la presenza degli artigiani nei diversi consigli comunali dell’Alto Adige sia superiore al passato, in modo tale da poter trasformare la forza dell’economia nella forza dell’intera comunità.”

Dopo l’arrivo del Covid-19 sono state soprattutto le ditte artigiane a garantire posizioni lavorative, formative e la fornitura di vicinato nelle aree periferiche, contribuendo in tal modo a mantenere la qualità di vita su livelli adeguati. Proprio per questo in ogni comune altoatesino si sta cercando di dare all’artigianato la valenza che merita. La ricerca dei candidati è iniziata nel migliore dei modi e l’obiettivo di lvh.apa per questa tornata elettorale è quello di raggiungere almeno 200 addetti ai lavori pronti a mettersi a disposizione. “Tanto l’economia quanto la società in generale possono approfittare di un’adeguata rappresentanza dell’artigianato all’interno dei consigli comunali – ha concluso Mussak.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.