Le Donne nell’Artigianato dell’Alta Val d’Isarco fanno rete

Le Donne nell’Artigianato dell’Alta Val d’Isarco attribuiscono elevato valore alla collaborazione costruttiva. Di recente hanno organizzato un viaggio d’apprendimento di due giorni sul Lago Maggiore, all’insegna dello scambio d’opinioni e dello stare insieme.

Le donne nell’Artigianato dell’Alta Val d’Isarco in trasfertaOperare in rete è fondamentale, anche per le Donne nell’Artigianato. Proprio questo è stato il motto all’insegna del quale la consulta circondariale delle Donne nell’Artigianato dell’Alta Val d’Isarco ha invitato le addette ai lavori sul Lago Maggiore. Nel corso del viaggio il gruppo ha avuto modo di visitare l’Isola Bella, il Palazzo Borromeo ed il suo giardino e l’Isola dei Pescatori. L’organizzatrice della trasferta Petra Holzer si è detta molto soddisfatta: “Si è trattato di una splendida opportunità per riunire così tante donne del nostro circondario e per crescere come realtà. Questa gita contribuirà ad unire il nostro gruppo anche in futuro.” Anche le partecipanti hanno espresso un parere molto positivo: “Le Donne nell’Artigianato in Alta Val d’Isarco sono forti e motivate e dimostrano quotidianamente in azienda di sapere cosa vogliono – ha affermato Carmen Mader della ditta Mader di Vipiteno -. Il viaggio sul Lago Maggiore ha rappresentato un’importante novità ed è stato molto divertente. Complimenti e grazie all’organizzatrice e nostra presidente circondariale Petra Hofer.”

La Generation A in trasferta

Ad accompagnare le donne nella trasferta, anche la campagna d’immagine dell’artigianato altoatesino, Generation A, con la quale le aziende vogliono mettere in mostra i valori dell’artigianato locale. Delle qualità note ben oltre i confini provinciali. Non è un caso se le performance dell’artigianato locale coinvolgano oltre 13.400 realtà artigiane ed oltre 43.000 occupati, pronti a caratterizzare quotidianamente il settore con il proprio spirito innovativo, la propria consapevolezza nelle tradizione e le proprie capacità di aggiornamento. Doti confermate anche dalle artigiane dell’Alta Val d’Isarco: “Possiamo dire con orgoglio e consapevolezza di essere felici di far parte dell’artigianato altoatesino.”

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.