Gli artigiani altoatesini ospiti alla scuola Mattei di Bressanone

Non ha tradito le aspettative l'atteso evento andato in scena alla scuola professionale Mattei di Bressanone. Gli artigiani altoatesini, rappresentati dalla presidente dei Giovani Artigiani lvh.apa Jasmin Fischnaller, dal vice presidente comunale lvh.apa di Bressanone Giuseppe Zema hanno incontrato oltre 200 studenti provenienti dallo stesso istituto Mattei, dalla scuola Einaudi di Bolzano e dall'istituto Marconi di Merano. "Mai come oggi è fondamentale ridurre la distanza tra mondo del lavoro e mondo scolastico – hanno commentato i due rappresentanti di lvh.apa -. Siamo felici di aver contribuito al raggiungimento di questo obiettivo nel corso di una manifestazione perfettamente riuscita."

Alberto Conci, Giorgio Paoli e Jasmin FischnallerL'appuntamento in oggetto è nato su iniziativa del docente dell'istituto Mattei Giorgio Paoli, il quale ha visto la propria proposta trovare immediato riscontro da parte degli artigiani altoatesini. I rappresentanti di lvh.apa Confartigianato Imprese sono stati così accolti nella scuola professionale di Bressanone dal direttore Alberto Conci e da oltre 200 studenti di seconda e terza, provenienti non solo dalla città vescovile ma anche dall'istituto Einaudi di Bolzano e dalla scuola professionale Marconi di Merano. Dopo le introduzioni di rito, ad aprire i lavori è stato il vice presidente comunale lvh.apa di Bressanone Giuseppe Zema, capace di incuriosire gli studenti spiegando con la consueta precisione e dovizia di particolari le origini dell'artigianato. La parola è quindi passata alla presidente dei Giovani Artigiani lvh.apa Jasmin Fischnaller, la quale ha dapprima chiarito agli studenti lo scopo e l'attività del suo gruppo e quindi analizzato la rilevanza di essere consapevoli della valenza della propria professione artigiana. Il tutto senza tralasciare l'importanza di un'adeguata formazione nel settore. A chiudere la serie degli interventi Roberto Rey della ditta Finder, il quale ha parlato di prodotti innovativi e di una realtà sul mercato dall'immediato dopoguerra. Decisamente significativo anche il contributo dell'istituto di Bressanone e degli studenti, i quali hanno predisposto un impianto dimostrativo utile a chiarire l'utilizzo dei componenti elettronici all'avanguardia attraverso delle App scaricabili.

Ridurre la distanza tra il mondo del lavoro e il mondo scolastico

"Mai come ora è fondamentale ridurre la distanza tra il mondo del lavoro e il mondo scolastico – hanno commentato al termine della produttiva giornata Jasmin Fischnaller e Giuseppe Zema -. Grazie a queste
Giuseppe Zema nel corso del proprio interventoiniziative si possono da un lato fornire informazioni sui requisiti professionali richiesti in un'azienda moderna e dall'altro aiutare i docenti a poter disporre di una visione più moderna dell'insegnamento." Sulla rilevanza di simili sinergie ha infine voluto puntare Claudio Veronese, responsabile delle visite nelle scuole medie in lingua italiana per lvh.apa Confartigianato imprese: "Si è trattato di un ottimo punto di partenza per allacciare delle collaborazioni di sicuro valore non solo con l'istituto professionale di Bressanone, realtà insieme alla quale abbiamo già potuto condividere alcune esperienze di successo, bensì anche con quelli di Merano e Bolzano – ha affermato l'esperto di lvh.apa -. Con l'auspicio di poter prendere parte quanto prima ad eventi del medesimo tenore, ringrazio tutti coloro i quali hanno contribuito alla perfetta riuscita di questa giornata."

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.