Autonoleggiatori: “I posti sui nostri mezzi sono disponibili!”

Il consorzio Autonoleggiatori Alto Adige (CAA) e la sezione di mestiere degli Autonoleggiatori lvh.apa hanno salutato con favore la proposta lanciata dall’ASGB. L’idea del sindacato è quella di mettere a disposizione da subito i veicoli delle ditte adibite a viaggi ed autonoleggio, attualmente fermi, per utilizzarli nel trasporto pubblico di vicinato. Una soluzione apprezzabile e che consentirebbe di risolvere due problemi in un colpo solo.

Un esempio di viaggio in sicurezza con gli autonoleggiatori altoatesini. Foto: Hannes Niederkofler.Un esempio di viaggio in sicurezza con gli autonoleggiatori altoatesini. Foto: Hannes Niederkofler.Il contagio da Covid-19 di diversi collaboratori SAD ha messo in agitazione i pendolari altoatesini. In particolare le persone abituate a salire quotidianamente su un mezzo pubblico hanno reagito con insicurezze e timori all’odierna notizia. Da lì a poco ecco il suggerimento del presidente dell’ASGB Tony Tschenett, il quale ha proposto di utilizzare i posti disponibili sui mezzi delle locali ditte di autonoleggio e viaggi: “Sono completamente d’accordo con Tschenett – ha affermato il presidente di CAA Martin Plattner -. Entrambe le parti in causa potrebbero approfittare di questa soluzione. La provincia otterrebbe un servizio di trasporto ulteriore e sicuro, mentre il comparto del trasporto di persone riceverebbe nuovi incarichi, genererebbe profitti e soprattutto tornerebbe a garantire posti di lavoro.” Già nel mese di maggio era stata organizzata una tavola rotonda virtuale per discutere di questa proposta. “Purtroppo l’iniziativa non ha avuto riscontro – ha ricordato Plattner -. Molte aziende hanno cercato di superare la crisi, me sfortunatamente alcune non ce l’hanno fatta.”

Anche il presidente degli Autonoleggiatori lvh.apa, Hansjörg Thaler, ha espresso parere favorevole alla proposta: “Sempre più spesso riceviamo segnalazioni su mezzi pubblici completamente pieni, al punto che è ormai diventato impossibile garantire un trasporto sicuro – ha sottolineato l’artigiano -. Grazie alle risorse esistenti a livello locale sarebbe possibile implementare i servizi di linea ed il trasporto di persone a livello locale tornerebbe a svolgersi in piena sicurezza. Gli autonoleggiatori altoatesini dispongono dei veicoli e del personale necessari per assumere questo incarico. Saremmo molto felici di ricoprirlo, naturalmente nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza previsti.” La sezione di mestiere degli Autonoleggiatori lvh.apa ha del resto presentato tale proposta già in diverse occasioni. Un settore duramente colpito dal Covid-19 come quello dell’autonoleggio potrebbe in tal modo contare finalmente su nuovi incarichi e la provincia non dovrebbe affidarsi a servizi provenienti da fuori o acquistare mezzi ulteriori in favore dei destinatari della concessione.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.