Maestri con nuove prospettive

Sono stati oltre 100 i Maestri altoatesini che si sono ritrovati al Techpark NOI in occasione del 4° Incontro organizzato dall’omonima associazione provinciale. La location ideale per l’evento, in quanto proprio nel Parco Tecnologico sorgerà la futura scuola dei Maestri.

Il Presidente dei Maestri Martin Haller“L’apprendistato è il cuore della formazione pratica. Grazie ad essa viene formata forza lavoro altamente qualificata, indispensabile per le nostre aziende – ha affermato il Presidente dei Maestri Martin Haller in occasione dell’evento -. Proprio per questo vogliamo operare di concerto con la politica e puntiamo ad un rafforzamento della formazione duale. L’obiettivo deve essere quello di parificare ed attribuire uguale valenza alla formazione pratica ed a quella accademica.”
A cinque anni dalla sua fondazione, l’Associazione dei Maestri si è sempre impegnata per fare in modo che il titolo di Maestro ottenesse il medesimo riconoscimento rispetto alle altre formazioni professionali, nonché un implemento in termini qualitativi. Lo stesso Haller ha utilizzato l’occasione per ringraziare il presidente della Giunta Provinciale Arno Kompatscher e l’assessore provinciale Philipp Achammer. Proprio grazie a loro è stato infatti possibile raggiungere importanti traguardi in tema di formazione professionale: tra essi il collocamento della futura scuola per Maestri nel Parco Tecnologico NOI. Un risultato di grande importanza soprattutto per l’artigianato.
Una formazione professionale all’insegna della qualità è del resto doppiamente cruciale per l’Alto Adige: da un lato per garantire maggiore competitività alla provincia, dall’altro per mantenere il più ridotta possibile la quota di disoccupazione. “Proseguiremo nel nostro lavoro e continueremo ad attivarci per far sì che la formazione di Maestro venga parificata anche da noi al titolo di bachelor – ha affermato Kompatscher. Della medesima opinione anche Achammer: “L’Alto Adige ha bisogno di forza lavoro adeguatamente formata, come appunto i Maestri. Per questo faremo di tutto affinché la valenza della formazione pratica cresca e la formazione professionale venga considerata un’opportunità vincente tanto dai giovani quanto dai loro genitori.”

Oltre 100 Maestri al Parco Tecnologico NOI

Nuove prospettive

Il titolo di Maestro apre svariate opportunità. Di questo si è detta convinta anche la relatrice tedesca e Maestra pasticcera Nanetta Ruf. La giovane ha spiegato per l’occasione il proprio percorso formativo e si è detta convinta di un aspetto: “Lo stesso se a scuola o al lavoro: uno standard qualitativo elevato fa la differenza.”

A descrivere con precisione le nuove prospettive della formazione di Maestro ci penserà nel 2018 anche una nuova campagna dell’Associazione, presentata nel corso della serata. L’Head of Development Department dell’IDM Hubert Hofer ha quindi presentato il progetto della nuova scuola per Maestri, mentre la parte conclusiva dell’evento è stata dedicata alla premiazione dei Maestri in possesso da oltre 30 anni del relativo titolo.

17 i Maestri premiati

 

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.