Appalti pubblici: previste ulteriori agevolazioni per le aziende

I vertici di lvh.apa Confartigianato Imprese si adoperano ormai da anni con costanza per fare in modo di semplificare ulteriormente l’accesso delle realtà di piccole e medie dimensioni alle gare d’appalto pubbliche. Insieme all’assessore provinciale Massimo Bessone sembra che l’associazione sia riuscita a compiere un ulteriore passo in questa direzione.

Soprattutto nell‘edilizia e nelle installazioni gli appalti pubblici sono cruciali.Soprattutto nell‘edilizia e nelle installazioni gli appalti pubblici sono cruciali.La pubblica amministrazione costituisce un partner ed un datore di lavoro di enorme importanza per numerose aziende altoatesine, anche se gli oneri burocratici, tecnici e di costo da sostenere per partecipare ad una gara di questo genere continuano ad essere relativamente elevati. Al fine di ridurre queste barriere, i vertici di lvh.apa hanno presentato negli ultimi anni svariate proposte costruttive, atte a garantire migliorie e semplificazioni.

Attualmente la Giunta Provinciale si sta confrontando con una modifica dell’articolo 27, relativo alla legge provinciale n° 16 del 17.12.2015 “Disposizioni sugli appalti pubblici”. Quest’ultimo prevede che per le gare d'appalto con un’assegnazione di lavori dal valore inferiore ai 500.000 euro non sia più necessario per l’esecutore dei lavori disporre di una polizza assicurativa in grado di coprire i danni. Il tutto a condizione che l’appaltatore disponga di una polizza generale di responsabilità civile. “Fino ad ora le aziende sono state obbligate a stipulare una specifica polizza assicurativa per ogni singolo incarico – ha spiegato il presidente di lvh.apa Martin Haller -. Una procedura dispendiosa sia in termini di costo che di tempo.” Ben presto tale obbligo potrebbe essere abolito, togliendo in tal modo un grosso peso dalle spalle delle aziende.

La Giunta Provinciale ha infatti approvato la proposta di emendamento, come confermato dalle parole dell’assessore Bessone: “Questo intervento è destinato a rimuovere un ulteriore ostacolo ed a semplificare l’accesso delle ditte locali agli appalti pubblici. Per noi è molto importante sostenere le realtà economiche provinciali e dobbiamo fare di tutto per preservare i circuiti economici locali e garantire un nuovo slancio all’economia altoatesina.”

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.