Una collaborazione ancor più stretta tra IPES ed lvh.apa

L’organizzazione delle gare d’appalto è decisiva se il proprio obiettivo è fare in modo che anche le realtà di piccole dimensioni vi possano accedere. L’Istituto per l’Edilizia Sociale (IPES) rappresenta a tal proposito un partner di grande valore per l’artigianato. Nell’ambito di un webinar andato in scena di recente, sono stati presentati il programma d’investimento ed i progetti futuri dell’istituto. 

(da sinistra): Il webinar con Wilhelm Palfrader (direttore generale IPES), Zoia Reiterer (responsabile del centro di competenza Edilizia e Installazione di lvh.apa), Martin Haller (presidente lvh.apa), Gianfranco Minotti (direttore di ripartizione dei servizi tecnici IPES), Hannes Mussak (vice presidente lvh.apa), Walter Pöhl (vice direttore lvh.apa), Waltraud Deeg (assessore provinciale), Francesca Tosolini (presidente IPES) e Barbara Andergassen (capogruppo appalti, contratti e patrimonio dell’IPES).(da sinistra): Il webinar con Wilhelm Palfrader (direttore generale IPES), Zoia Reiterer (responsabile del centro di competenza Edilizia e Installazione di lvh.apa), Martin Haller (presidente lvh.apa), Gianfranco Minotti (direttore di ripartizione dei servizi tecnici IPES), Hannes Mussak (vice presidente lvh.apa), Walter Pöhl (vice direttore lvh.apa), Waltraud Deeg (assessore provinciale), Francesca Tosolini (presidente IPES) e Barbara Andergassen (capogruppo appalti, contratti e patrimonio dell’IPES).L’obiettivo condiviso da lvh.apa Confartigianato Imprese e dall’IPES è collaborare per fare in modo che le PMI altoatesine possano trovare un maggior numero di opportunità disponibili nel campo degli appalti pubblici. Da qui l’idea, nata alcune settimane or sono, di organizzare congiuntamente un webinar sulla tematica. “L’IPES costituisce una struttura sociale di grande importanza all’interno della nostra provincia e si occupa di numerosi lavori di costruzione, ristrutturazione, risanamento e manutenzione – ha affermato il presidente di lvh.apa Martin Haller -. Naturalmente tutti questi interventi rappresentano un serbatoio di potenziali incarichi di grande valore per le ditte artigiane locali.” Il medesimo concetto è stato ribadito anche dall’assessore provinciale Waltraud Deeg: “L’IPES, con il suo ricco programma di risanamenti e nuove costruzioni, costituisce un committente importante per l’economia nel campo dell’edilizia – ha ricordato l’assessore -. Gli incarichi presenti sul territorio giovano in particolare all’economia locale: un aspetto molto significativo, soprattutto considerando i numerosi posti di lavoro connessi. Proprio per questo, a maggior ragione in un momento di crisi come quello attuale, l’IPES costituisce un partner affidabile per l’economia altoatesina.”

Anche i vertici dell’istituto hanno avuto modo di confermare la disponibilità ad una maggiore collaborazione con gli artigiani locali, come evidenziato dalla presidente Francesca Tosolini: “La miglior base possibile per una cooperazione di successo è rappresentata da un dialogo costante. Le ditte artigiane altoatesine rappresentano un partner importante per l’edilizia abitativa sociale, soprattutto in quanto si sta parlando di immobili preziosi per la nostra terra, immobili che vanno curati a dovere e che necessitano di adeguate manutenzioni.”

Il direttore di ripartizione dei servizi tecnici IPES, Gianfranco Minotti, ha avuto modo di presentare i progetti d’investimento in programma nel prossimo futuro. Utilizzando i margini normativi disponibili, si punta a coinvolgere maggiormente le ditte locali ed in particolar modo a ridurre i carichi burocratici, facilitando in tal modo la partecipazione alle gare. La capogruppo appalti, contratti e patrimonio dell’IPES, Barbara Andergassen, ha viceversa spiegato il sistema di assegnazione degli incarichi ed ha presentato alcuni appalti relativi agli ultimi anni. La collaboratrice del centro di competenza Edilizia e Installazione di lvh.apa Desiree Schmidt ha infine chiarito la gestione degli incarichi a livello locale e nazionale.

“Gli investimenti della pubblica amministrazione rappresentano opportunità imprescindibili per l’economia altoatesina – ha concluso il vice presidente di lvh.apa Hannes Mussak -. Stiamo parlando di lavori che soprattutto in futuro avranno un ruolo fondamentale per le nostre aziende.” Proprio per questo i vertici di lvh.apa intendono sensibilizzare ancor di più gli associati verso una partecipazione alle gare pubbliche. A tal proposito risulta molto importante la pubblicazione delle aziende certificate SOA. Dopo l’invio del relativo certificato, le realtà economiche verranno inserite nell’elenco presente sul portale www.ilmioartigiano.lvh.it.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.