In futuro gli appalti pubblici saranno ancora più importanti

Concretizzare uno scambio d‘opinioni ancor più intenso nel prossimo futuro: è questo l’obiettivo condiviso dai vertici di lvh.apa Confartigianato Imprese e dall’assessore provinciale per l’edilizia Massimo Bessone. La convinzione è che ben presto gli appalti pubblici costituiranno una necessità assoluta per l’artigianato locale.

Un’istantanea della videoconferenza con l’assessore Bessone. Un’istantanea della videoconferenza con l’assessore Bessone. Già al momento dell‘entrata in vigore della legge provinciale sugli appalti, i vertici di lvh.apa si sono attivati per ottenere delle condizioni generali in grado di garantire alle realtà di piccole dimensioni l’accesso agli incarichi pubblici. Ad oggi numerosi enti pubblici hanno saputo cogliere questa opportunità, mentre per altri esiste tuttora la necessità di migliorare. In occasione di una recente videoconferenza ci si è confrontati in merito all’organizzazione ottimale delle gare d’appalto ed alle possibilità relative alla suddivisione degli incarichi in lotti e lavorazioni: i protagonisti dell’appuntamento online sono stati il presidente di lvh.apa Martin Haller, il vice presidente lvh.apa Hannes Mussak, il presidente del Gruppo Edilizia di lvh.apa Hubert Gruber, l’assessore provinciale Massimo Bessone, il direttore di dipartimento Davide Gemmellaro e la direttrice di ripartizione Marina Albertoni.

Ad offrire del potenziale per un coinvolgimento ancor più significativo delle PMI altoatesine sono in particolare le nuove costruzioni, i risanamenti, gli interventi di manutenzione e quelli di assistenza. Anche il principio di rotazione dovrebbe essere adottato con frequenza ancora maggiore: “Come associazione stiamo sensibilizzando le nostre aziende – ha affermato il presidente di lvh.apa Martin Haller -. Le invitiamo ad iscriversi nel portale ed a proporsi per i lavori disponibili nel campo degli appalti pubblici. Dall’altra parte tuttavia, queste realtà devono avere anche un’opportunità concreta di ricevere gli incarichi.”

Tra gli ulteriori argomenti trattati nel corso della videoconferenza, anche il BIM (Building Information Modeling) e la creazione di reti nella pubblica amministrazione. Al fine di coinvolgere maggiormente l’associazione nell’elaborazione delle linee guida BIM, dei rappresentanti di lvh.apa verranno invitati in futuro ai gruppi di lavoro provinciali. Per quanto concerne lo SUAP (Sportello Unico Attività Produttive), esistono invece delle iniziative di sensibilizzazione in collaborazione con l’Ufficio Geologia.

Il dialogo si è concentrato infine sulle linee guida applicative in tema di elenco prezzi informativi. I vertici di lvh.apa hanno proposto che d’ora in poi i costi standardizzati per tipologie di opere pubbliche, utili per la determinazione dei progetti futuri, vengano stabiliti sulla base dei prezzi dell’elenco provinciale e non riferendosi a quelli relativi ai documenti per la fatturazione edilizia. L’assessore Bessone ha chiuso l’incontro evidenziando ancora una volta l’importanza di uno scambio d’informazioni costante tra la provincia e l’economia, nonché confermando di voler pianificare regolarmente appuntamenti di questo tenore.

Prego effettuare il login per poter commentare questo articolo.

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.