La riparazione delle auto incidentate rimane un compito del carrozziere di fiducia

Grande sollievo tra i carrozzieri italiani: l'articolo 8, relativo alla riforma delle officine convenzionate, è stato eliminato dal decreto "Destinazione Italia". "Siamo contenti che la politica ci abbia ascoltato ed abbia deciso di non mettere a rischio la sopravvivenza di oltre 14.000 officine del Paese" esclama Manfred Huber, presidente dell'UPAA (Unione Professionale Altoatesina dell'Automobile).

Direttamente da Roma, ecco una buona notizia per l'artigianato ed in particolare per i carrozzieri: l'articolo 8, relativo alle officine convenzionate, è stato rimosso completamente dal recente pacchetto di riforme "Destinazione Italia". Una decisione maturata a seguito delle recenti e dure proteste promosse da parte dei carrozzieri di tutta Italia.

Questa in breve la storia della vicenda: il 24 dicembre 2013 il Governo italiano approva un decreto che attribuisce l'opportunità di riparare auto incidentate solo ad officine convenzionate ad una compagnia assicurativa: "Visto che le clausole contrattuali vengono di fatto decise dalle compagnie assicurative, le quali costringono i meccanici a lavorare sotto il prezzo di mercato, la conseguenza di questa scelta sarebbe potuta essere solo una: fornire una prestazione priva di qualità e penalizzare in tal modo palesemente il consumatore. Da qui la scelta di protestare contro tale decisione - spiega Manfred Huber, presidente di UPAA.

A questa spiacevole situazione sono seguiti numerosi interventi e numerose proposte di modifica a livello nazionale, di concerto con i parlamentari altoatesini Renate Gebhard e Daniel Alfreider. "Adesso ci sentiamo finalmente sollevati - conferma lo stesso Huber -. Siamo felici che il Governo abbia deciso di non mettere a repentaglio l'esistenza di migliaia di officine, causando contestualmente la perdita di numerosi posti di lavoro." A seguito della notizia proveniente da Roma, i vertici di APA-Confartigianato Bolzano hanno voluto ringraziare i parlamentari altoatesini Gebhard e Alfreider: "Per noi è fondamentale poter contare su politici competenti - ha affermato il presidente Gert Lanz -. Parlamentari capaci di comprendere le nostre esigenze e di impegnarsi concretamente in favore di quest'ultime sono vitali. Questo risultato è indubbiamente un grande successo."

 

Ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.